Esteri

Usa: si vendicano del licenziamento seviziando il capo, due arresti

 Richmond. Sono accusati di ferimento doloso e rapimento, un uomo e una donna statunitensi, che hanno deciso di vendicarsi del licenziamento della donna, rapendo il suo capo e seviziandolo.

Alecia Schmuhl, 30 anni, era stata cacciata dallo studio legale in cui lavorava, in Virginia. Non era riuscita ad accettare il “torto” subito, così con l’aiuto del marito, il 31enne Andrew, ha deciso di farla “pagare” al suo direttore.

La scorsa domenica, Andrew si è travestito da poliziotto, con tanto di divisa e distintivo, e si è presentato a casa di Leo Fisher. Il 61enne è stato immobilizzato con un taser, mentre sua moglie è stata ammanettata e rinchiusa nel bagno.

L’uomo è stato torturato con un coltello per ore, fino a quando la moglie non è riuscita a liberarsi e a raggiungere la camera da letto, lanciando l’allarme.

All’arrivo degli agenti, la coppia ha cercato di fuggire ma è stata immediatamente rintracciata e fermata. Rinvenuti nell’auto, vestiti insanguinati, il taser e la divisa da poliziotto.

I due aggressori sono stati immediatamente trasferiti in carcere. Fisher e sua moglie sono stati trasportati d’urgenza in ospedale, entrambi rischiano la vita.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico