Esteri

Il “Cannibale di Argoed” ucciso dalla polizia mentre mangia occhi della vittima

 Cardiff. Una storia brutale che ha pochi precedenti nella casistica criminologica mondiale. Ha dell’incredibile, infatti, la vicenda del “Cannibale di Argoed” ucciso dalla polizia mentre divorava gli occhi della sua vittima ancora viva.

L’omicida è un 34enne del posto, Matthew Williams, rilasciato non meno di due settimane fa per una violenta aggressione nei confronti della ex fidanzata.

Secondo gli inquirenti l’assassino era solito adescare le vittime con una scusa per poi portarle in albergo, dove si sarebbero consumate violenze sessuali ai limiti della tortura.

Mercoledì 5 novembre l’orribile fatto era sulle prime pagine di tutti i giornali britannici. In quella mattinata, infatti, nell’hotel Sirhowy Arms, nel villaggio di Argoed a trenta chilometri da Cardiff, in Galles, i membri dello staff della struttura alberghiera hanno fatto la macabra scoperta.

L’uomo, sotto evidente effetto di sostanze stupefacenti, era accovacciato sul corpo della vittima ancora cosciente mentre le divorava gli occhi. Gli albergatori, terrorizzati, hanno subito avvertito le autorità che, giunte sul posto, hanno sfondato la porta della camera dove si era barricato l’uomo.

All’arrivo della polizia questi avrebbe reagito con violenza ed un agente avrebbe sparato all’omicida con una pistola teaser, scaricandogli addosso più di 50mila volt. L’uomo è deceduto dopo pochi minuti. Inutile l’intervento dei paramedici per salvare la ragazza, morta per le profonde ferite sul volto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico