Aversa

Tribunale Napoli Nord, la presidente Garzo ospite del Rotary

 Aversa. La consueta riunione mensile del Rotary International di Aversa ha avuto come ospite d’onore Elisabetta Garzo, presidente del Tribunale di Napoli Nord.

La serata conviviale, svoltasi presso l’Albergo del Sole e che ha visto tra gli intervenuti anche il senatore Pasquale Giuliano, è stata introdotta dal presidente del sodalizio aversano, Sergio Mangiacapra, il quale, porgendo i saluti all’illustre magistrato, ha evidenziato la grande opportunità di miglioramento, offerta alla collettività con l’Insediamento del Tribunale nella Città di Aversa.

Dopo l’illustrazione del, non sempre pacifico, iter che ha riguardato la nascita del nuovo Tribunale, il 14 ottobre 2013, realizzato dallo Stato “a costo zero”, c’è stato il brillante e coraggioso intervento della presidente a Garzo, la quale ha subito ricordato ai presenti di amministrare il quarto Tribunale d’Italia per numero di utenti.

La presidente ha svolto il suo intervento con assoluta chiarezza, evidenziando la contraddittoria attività ostativa di alcuni settori dell’avvocatura e della magistratura, per far si che non ci fosse “un nuovo Tribunale”, perché, insediato in Aversa sarebbe diventato – icredibile dictu – addirittura un “regalo alla criminalità organizzata”! Garzo, una donna che ama e rispetta il proprio lavoro, ha per converso sottolineato come Napoli Nord rappresenti un grande valore per il territorio e soprattutto è un vero “presidio contro la malavita”.

Inoltre, realizza di fatto un oggettivo sollievo per il carico di lavoro dei Tribunali di Santa Maria e Napoli. D’altra parte, per essere allocato in una struttura di indubbio prestigio, quale è il Castello Aragonese e di evidente abbondanza di ambienti e spazi, il neonato Tribunale, che ha appena un anno di vita, sta già dando risposte concrete sul versante di un migliore e più rapido funzionamento del “servizio giustizia” ai cittadini.

Annunziando ai presenti che a breve e medio termine, oltre all’arrivo di magistrati e personale amministrativo, ci saranno una serie di interventi, sia in campo penale, dove sarà attrezzata l’aula bunker per la migliore celebrazione dei processi, che in campo civile, grazie alla disponibilità della già occupata ala della Scuola di Polizia Penitenziaria, Garzo ha confidato all’assemblea dei rotariani “la scommessa fatta con se stessa” di far funzionare al meglio e nel più breve tempo possibile i vari settori civili e penali, ivi compresa la volontaria giurisdizione e il lavoro. Il Tribunale di Napoli Nord dovrà essere nelle sue intenzioni “una istituzione aperta al territorio e alla collettività”, di guisa che, certamente, contribuirà anche a migliorare il circondario di riferimento, sia dal punto di vista della legalità che da quello sociale e culturale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico