Aversa

Tarsu, niente rateizzazione: Della Valle attacca il sindaco

Gino della Valle Aversa. Bollette della Tarsu in unica soluzione e da pagare entro il 30 novembre prossimo. Questa la sorpresa che i cittadini aversani si stanno vedendo recapitare ad opera dell’ufficio tributi comunale …

… presso la propria abitazione a mezzo raccomandata in questi giorni con una scadenza che, di fatto, è già bella e avvenuta, come fanno notare da più parti. Un vero e proprio salasso per gli aversani, abituati in precedenza, a pagare la Tarsu in quattro rate bimestrali.

“Una scelta – ha dichiarato il consigliere comunale ex Pdl Gino della Valle – che non tiene conto delle reali difficoltà degli aversani e sottolinea, ancora una volta, il dilettantismo e il pressapochismo con il quale questa amministrazione comunale affronta i problemi. Non a caso, ad esempio, c’è in corso un’assurda querelle tra comune e Senesi. Il sindaco Sagliocco parla di ‘confronto aspro’. Noi crediamo che il confronto debba essere franco e leale, aperto. Sagliocco, invece, si fossilizza sulle assunzioni effettuate dalla Senesi, quasi un’ossessione che fa ipotizzare altre cose, ma non vogliamo nemmeno pensarci”.

Per il consigliere comunale ex An il problema reale è che non vi è stato alcun miglioramento nella raccolta differenziata. In due anni si è passati dal 50 al 52% senza che, secondo della Valle, il comune attuasse alcuna politica migliorativa, nuova organizzazione del calendario di raccolta compresa.

Entrando, poi, nella specifica polemica con la Senesi, conclude: “La civiltà media di Aversa e degli aversani non è in discussione. Alcuni comportamenti, però, di pochi cittadini che si ostinano a non seguire le regole della differenziata sono da censurare. Non dobbiamo fare come gli struzzi. Altrimenti, poi, non si capisce perché abbiamo 5 agenti della polizia municipale che si occupano solo di controllare e reprimere i comportamenti incivili di talune persone”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico