Orta di Atella

Vandali alla scuola “Ferraro-Carducci”: disegni osceni e attrezzature distrutte

 Orta di Atella. Mura imbrattate con disegni osceni e attrezzature didattiche distrutte. Nemmeno il fatto che si trattasse di una scuola frequentata da bambini in tenera età ha fermato il branco di balordi che, nella serata di giovedì, …

… si è introdotto all’interno nel plesso elementare e dell’infanzia “Ferrara-Carducci” di Orta di Atella, in via Migliaccio. Secondo una prima ricostruzione, i vandali hanno scavalcato i cancelli e divelto una finestra. Una volta all’interno hanno danneggiato un videoproiettore e una Lim (lavagna multimediale), tutte attrezzature appena acquistate dall’istituto grazie a fondi europei. Poi si sono dati alla fuga, non prima di aver “firmato” il loro blitz imbrattando le mura con una bomboletta di vernice spray coloro oro, lasciata sul posto.

L’episodio è stato scoperto la mattinata successiva dal personale scolastico, all’orario di apertura dell’istituto, dove le attività didattiche si sono comunque svolte regolarmente. I carabinieri della locale stazione hanno eseguito i rilievi e avviato gli accertamenti per verificare perché l’antifurto non sia scattato, se per un malfunzionamento o perché i vandali l’abbiano in qualche modo disattivato.

La dirigente Maria De Marco, come tutte le insegnanti, è amareggiata: “Avevamo fatto tanto per ottenere i fondi europei necessari per l’acquisto di quelle attrezzature ed oggi ci ritroviamo con questo risultato. Chi ha compiuto un tale gesto non ha rispetto delle istituzioni, della propria comunità e, soprattutto, dei bambini”.

L’istituto ortese non è il primo, nel comprensorio, a subire un danno del genere. Anche a Cesa, Casaluce, Teverola, Marcianise, Santa Maria Capua Vetere, e altrove, ignoti, in più occasioni, hanno distrutto le preziose lavagne multimediali e altro materiale che può contribuire al “salto di qualità” nell’apprendimento scolastico. Saranno anche, nella gran parte dei casi, semplici bravate ma più accadono questi episodi e più sembra esserci un disegno mirato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico