Orta di Atella

Il pm chiede sette anni di reclusione per il sindaco Brancaccio

 Orta di Atella. Sette anni di reclusione quelli chiesti per il sindaco di Orta di Atella e consigliere provinciale, Angelo Brancaccio, accusato di peculato, abuso d’ufficio, falso e corruzione.

Per l’accusa di estorsione è stato invece chiesto il proscioglimento. Ciò al termine della requisitoria del pm Carlo Fucci nel processo che vede imputato il politico ortese nell’ambito di un’inchiesta avviata nel 2006, all’epoca in cui era consigliere regionale dei Ds, e culminata con il suo arresto, avvenuto l’8 maggio 2007.

L’operazione fu compiuta dai carabinieri del comando provinciale di Caserta, su disposizione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e in collaborazione con la Direzione distrettuale antimafia di Napoli. Secondo l’accusa, Brancaccio, quando era alla guida dell’amministrazione comunale prima dell’elezione in Regione, assieme agli altri indagati, avrebbe commesso una serie di speculazioni edilizie provocando, di fatto, uno scempio sul territorio comunale.

Assieme a Brancaccio furono indagate, finendo tra carcere e domiciliari, altre 14 persone, gran parte delle quali sono state anch’esse rinviate a giudizio, tra cui un poliziotto penitenziario della procura e un maresciallo dei carabinieri, dei tecnici e un imprenditore.

Negli anni le altre due accuse di associazione a delinquere e induzione alla prostituzione a carico di Brancaccio sono state rispettivamente respinte dal gup e, giorni dopo l’arresto del 2007, dal gip sammaritano Piccirillo.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Roma Presidente della Repubblica di Colombia 22 10 18: https://t.co/csQ7LFeO1i tramite @YouTube

Roma - Conte incontra il Presidente della Colombia (22.10.18): https://t.co/UknGwWZVxs tramite @YouTube

Aversa tra le “100 mete d’Italia” https://t.co/D6GQHHvCGz

Manovra, Italia risponde a Ue: "Interverremo se il deficit/Pil va oltre le stime" - https://t.co/UePkYTFwSh

Condividi con un amico