Italia

De Magistris sospeso: “L’Italia è una democrazia malata”

 Napoli. “L’Italia è una democrazia malata”. Luigi de Magistris in conferenza stampa ribadisce l’amarezza provata per la condanna Why Not, a cui è conseguita la sospensione dalla sue funzioni di sindaco di Napoli in forza della legge Severino.

L’ex pm ha parlato nella sala Giunta del Comune di Napoli con tutti gli assessori schierati alle sue spalle e il gonfalone del Comune”. Mi è stato notificato un atto ingiusto, grave. I servitori dello Stato … vengono fermati attraverso l’utilizzo della cosiddetta legalità formale… Non uso più il termine legalità, uso il termine giustizia. Perché nelle democrazie malate e l’Italia è una democrazia malata, altrimenti non accade che persone che hanno coraggio di fare attività contro un sistema criminale, corruzione e mafie, hanno coraggio di investigare contro apparati deviati dello Stato … non solo vengono premiati o presi come un esempio, ma sono cattivi magistrati…”.

C’è molta “strada da fare per evitare che l’Italia diventi regime” ha detto che il primo cittadino “sospeso” che sostiene di essere stato “fermato attraverso la legalità formale in una democrazia malata.Per quello che ho passato negli ultimi 15 anni se non avessi avuto granitica fiducia nelle istituzioni avrei mollato. Ma ho sempre sentito il dovere di denunciare la corruzione. Ho avuto la tentazione forte di abbandonare le istituzioni e di scegliere la disobbedienza civile non firmando la notifica, ma non l’ho fatto”.

Ribadendo la sua innocenza rispetto alle accuse del processo che lo ha visto condannato a un anno e tre mesi per abuso d’ufficio de Magistris ha proseguito: “So di aver fatto sempre il mio dovere. Ci sono stati dei magistrati che hanno aperto su di me tra il 2007 e il 2009 70 procedimenti penali. Mi hanno rivoltato come un calzino”.

L’ex pm è convinto che “la sospensione sarà breve, siamo fiduciosi nei ricorsi, 3-4 mesi”. Anche l’appello dovrà essere breve secondo l’ex magistrato che ha citato anche la questione prescrizione e il fatto che il processo di primo grado sia stato celebrato con grande velocità: “Anche per una questione di par condicio”.

“La Digos ha notificato l’atto ieri sera a casa al presidente del consiglio comunale Pasquino che era in pigiama. Forse temevano che lui o io potessimo fuggire”.Poi come già ripetuto nei giorni scorsi de Magistris ha insistito: “Farò il sindaco per la strada, starò molto tra la gente”.

La conferenza stampa di De Magistris – VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico