Home

Il ritorno dei Tokio Hotel: trasgressione e rivoluzione

Tokio HotelI Tokio Hotel erano scomparsi dalle scene da un po’, ma sono tornati nel segno della rivoluzione. Un cambiamento radicale non solo nel look ma anche nella musica.

Ed i video musica rispecchiano a pieno lo stravolgimento dei canoni che hanno da sempre contraddistinto la band. Nel video del singolo “Love Who Loves You Back” la band, capitanata dal frontmanBill Kaulitz, è in un club in cui uomini e donne di qualsiasi età e orientamento sessuale si abbandonano a baci e sesso. Immagini forti ma raffinate che fanno da apripista all’album “Kings Of Suburbia”, in uscita il 7 ottobre.

Già qualche giorno fa la cover del singolo, postata sui social network ufficiali, aveva scatenato la curiosità dei fan perché poco veniva lasciato all’immaginazione. Sulla copertina infatti c’è una mano femminile sul mouse che evoca le parti intime femminili. Ilvideo di ‘Love who loves you back’ visibile sulla loro pagina Facebookin poche ore ha totalizzato oltre 9 mila mi piace e 4 mila condivisioni facendo discutere i fan sulla scelta intrapresa dal gruppo che non solo ha cambiato totalmente il suono della band ma anche l’immagine.

L’album è si un cambio di rotta rispetto al passato ma dimostra come il passato può fluire nel presente dando spazio anche a nuove influenze e idee e costruendo cosi’ un ponte, o meglio una strada, verso il futuro. Di certo la nuova vita americana dei due gemelli Bill e Tom Kaulitz (25 anni oggi) ha giocato un ruolo fondamentale in questa trasformazione. I gemelli si sono trasferiti in California nel momento di maggiore successo ricercando l’anonimato in una grande città come Los Angeles. Proprio a Los Angeles la band ha trovato l’ispirazione per scrivere e produrre il quarto album di studio ‘Kings Of Suburbia’.

Con l’album di debutto del 2005 i Tokio Hotel divennero una delle rock band tedesche piu’ famose degli ultimi vent’anni: 7 milioni di copie vendute nel mondo, 160 dischi d oro e 63 dischi di Platino in 68 paesi e oltre 100 premi nazionali e internazionali fecero dei Tokio Hotel un vero fenomeno internazionale. Mai prima la Germania aveva vinto un American Mtv Video Music Award (la band vinse come “Best New Artist”) o premi in Giappone (“Best Rock Video”) ed anche il resto dell Europa non era stato generosoa mentre solo i Tokio Hotel hanno vinto 5 European Music Awards.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico