Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

San Cipriano, Caterino: “Pronto ad aprire nuovi cantieri”

Vincenzo CaterinoSan Cipriano. “L’indice di vivibilità di un Paese è dato dai servizi e dalle infrastrutture che ha. Per questo, con la mia squadra, abbiamo predisposto un piano di interventi complessivo che, nel medio periodo, garantisca l’implementazione dell’esistente e crei nuove occasioni”.

Vincenzo Caterino, candidato sindaco di “San Cipriano che vorrei”, è pronto a cambiare il volto del suo comune con progetti mirati nei singoli settori. “Per quanto concerne le opere pubbliche, è prioritaria l’esigenza di procedere alla costruzione del secondo lotto del cimitero vista la progressiva saturazione del primo lotto di loculi – ha esordito – effettueremo questa operazione senza far cacciare neanche un centesimo ai cittadini che hanno già pagato l’opera. Di pari passo, compatibilmente con la legislazione vigente, affronteremo l’annoso problema della raccolta rifiuti che oggi diffusamente costituisce uno dei problemi più gravosi delle amministrazioni locali attraverso la realizzazione di un’isola ecologica”.

La voglia di cambiamento di Caterino e del suo gruppo, lo porta ad avere un approccio responsabile con le gestioni passate e a preservare quanto di buono è stato fatto per San Cipriano d’Aversa. “Vogliamo dare seguito a quanto di buono è stato fatto dalle precedenti amministrazioni in fase progettuale ed attivarci affinché i progetti in itinere, già presentati – ha spiegato – possano essere finanziati e le opere realizzate come il campo di calcio con annesso campo di calcetto e la sistemazione delle aree esterne”.

Il leader di “San Cipriano che vorrei” guarda con grande attenzione alle nuove forme di energia e ai progetti che possono essere realizzati per la crescita del Paese. “Provvederemo all’efficientamento energetico e funzionale della rete di pubblica illuminazione e delle strutture comunali – ha spiegato – che ci consentirà di risparmiare delle risorse soprattutto per la manutenzione e, nel contempo, di migliorare il servizio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico