Carinaro / Politica

Topi a scuola, il sindaco: “Sgomberata l’ex casa del custode”

(Visualizzato 2632 volte)

Annamaria Dell’Aprovitola Carinaro. Nonostante l’ultima derattizzazione risalga a meno di dieci giorni fa, nella giornata di giovedì 30 ottobre sono stati rinvenuti nuovi escrementi di ratti nella scuola materna dell’istituto comprensivo “Giuseppe Petrarca”.

Ricevuta la segnalazione, il sindaco Annamaria Dell’Aprovitola è corsa ai ripari facendo intervenire immediatamente l’Asl e sospendendo il servizio di mensa dal 31 ottobre per consentire una nuova derattizzazione, approfittando anche della chiusura dell’istituto in occasione delle ricorrenze di Ognissanti e dei Defunti.

Intanto, il primo cittadino, anche a fronte delle proteste di alcuni genitori che hanno chiesto la sospensione delle attività didattiche, ha sottolineato che “l’edificio poteva anche essere nuovamente chiuso ma non c’erano elementi specifici riguardanti la gravità dell’allarme”. Tant’è vero che, visionando il verbale dell’Asl, “è emerso – fa sapere Dell’Aprovitola – che la precedente derattizzazione ha dato esito negativo, ovvero non è stata trovata traccia di topi”.

Volendo vederci chiaro, dopo il ritrovamento degli escrementi, il sindaco, nella mattinata del 30 ottobre, si è recato personalmente, insieme ai tecnici comunali, nell’edificio, notando che nelle stanze un tempo adibite ad abitazione del custode sono accumulati sedie e banchi, vecchi pc ed alto materiale scolastico inutilizzato. Un luogo che sarebbe “habitat” ideale per i ratti. Dell’Aprovitola, pertanto, ha inviato, venerdì mattina, una squadra di Lsu per sgomberare quelle stanze, chiedendo alla dirigenza scolastica di evitare il riaccumulo di materiali al suo interno.

I più letti

Ultimi Commenti