Campania

“Why Not”, De Magistris commenta la sentenza: “Ingiusta”

 Napoli. “Si tratta di una sentenza ingiusta, intrisa di violazioni di legge a iniziare dalla competenza”. Lo ha detto Luigi de Magistris, commentando le motivazioni della sentenza che lo ha condannato nell’ambito dell’inchiesta “Why not”.

“Non c’è uno straccio di prova che io fossi consapevole che le utenze erano riconducibili a parlamentari”, ha aggiunto, sottolineando che “la stessa Procura di Roma, in sede di requisitoria, aveva detto che non ci sono elementi che dimostrino che ero a conoscenza della titolarità delle utenze nè elementi che possano far pensare a un accordo tra me e Genchi”.

“Questo non è un errore giudiziario, è molto di più”, incalza l’ex pm, che ricorrerà in appello, poiché “persuaso che altri giudici, che sanno leggere in modo corretto le carte” possano “nel più breve tempo possibile, riformare questa sentenza e porre riparo a un danno così ingiusto fatto a me come magistrato e come sindaco”.

Una vicenda, quella giudiziaria, che – ha aggiunto de Magistris – “mi ha ferito. È una ferita enorme, simile a quella che mi è stata inferta quando mi hanno strappato la toga”.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Mondragone, Piazza: "Restyling delle strade della città" - https://t.co/uzFDDtkYBA

Truffa su annunci on line: 21 arresti tra Parete e l'agro aversano - https://t.co/8cUzeO31mY

Svezia, sparatoria in centro a Malmoe: almeno 5 feriti, caccia all'uomo - https://t.co/zN4OLRD4vv

Reporter aggredito, Roberto Spada condannato a 6 anni: aggravante mafiosa - https://t.co/g8Tk5TFmHP

Condividi con un amico