Campania

Tumore al seno, a Napoli parte 25esima campagna Lilt “Nastro Rosa”

 Napoli. Compie 25 anni la campagna nazionale di prevenzione del tumore al seno “Nastro Rosa” organizzata dalla Lilt che a Napoli ha presentato, nella Sala Giunta della Regione Campania, il nutrito carnet di iniziative che scandiranno l’impegno della squadra guidata dal professor Adolfo Gallipoli D’Errico.

Corretti stili di vita, diagnosi precoce e tanta informazione, le parole chiave per sconfiggere “un male curabile” come lo ha definito il presidente della Lilt napoletana, Gallipoli D’Errico, che ha voluto dedicare questa edizione anche e soprattutto alle under 40, considerato che i casi di neoplasie nelle giovani donne risultano, seppur lievemente, in aumento.

“I casi di tumore al seno sono circa 46mila l’anno e di questi oltre 3mila solo in Campania”, rende noto l’assessore alle pari Opportunità della Regione Campania, Bianca Maria D’Angelo. E, sottolinea la Lilt, “il 20% sono donne sotto i 40 anni”.

Le stime della Lega Tumori dicono che le neoplasie al seno sono completamente guaribili in oltre il 50% dei casi. Percentuale di guarigione che sale anche al 98% se preso in tempo. Di qui la possibilità per tutte di poter prenotare al numero unico 081.549.51.88 una visita senologica gratuita presso uno dei sette ambulatori Lilt di Napoli e provincia. Possibilità che sarà estesa anche oltre il periodo della campagna Nastro Rosa.

“Solo nel 2013, negli ambulatori della Lilt a Napoli, – spiega il professor Gallipoli D’Errico – sono state 1900 le visite a cui le donne si sono sottoposte, nel solo ‘mese rosa’. Dunque possiamo parlare ormai di quadrimestre rosa perché le visite continuano anche per i mesi successivi”.

VIDEO

Fondamentale nel percorso di prevenzione, è stato sottolineato nel corso della conferenza stampa moderata da Roberto Aiello, portavoce della Lilt di Napoli, l’autopalpazione del seno, che può accendere un primo importante campanello d’allarme.

Giovanna Del Giudice (nella foto), assessore alle Pari opportunità della Provincia di Napoli, ha lanciato un messaggio alle donne perché “accanto alla tradizionale attività di cura per gli altri, per i figli e la famiglia, pensino anche alla propria salute”.

Dal canto suo, la delegata alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, la consigliera Simona Marino ha tenuto a sottolineare che “Palazzo San Giacomo è presente e comprende pienamente l’importanza della questione”. “Il problema può essere risolto anche in maniera radicale – ha concluso – prendendosi cura di sé”.

Nei prossimi giorni, hanno fatto sapere dalla Lilt, sarà reso noto il calendario degli incontri nelle scuole e le date dell’illuminazione in rosa di edifici o monumenti storici di alcune cittadine napoletane che diventeranno per una sera il simbolo della prevenzione ‘in rosa’.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Cerignola, armi e mazzuole per rapinare negozi: 5 arresti - https://t.co/1Avhvwfrdl

Villa di Briano, 80enne si toglie la vita con un colpo di fucile - https://t.co/Mm5ItnPwjM

Cosenza, spaccio di droga: 7 arresti dopo denuncia di una "madre coraggio" - https://t.co/NliZ16wYdY

Mafia, pizzo di Natale ad un meccanico di Nicolosi: 4 arresti - https://t.co/Hfigms9603

Condividi con un amico