Caiazzo - Castel Morrone - Piana di Monte Verna - Castel Campagnano - Ruviano

“Scuole Belle”, Giaquinto: “Da Renzi solo promesse”

 Caiazzo. Tra i due litiganti le scuole non godono. Caiazzo è ancora in attesa di conoscere l’esito definitivo del ricorso avviato dal comune di Napoli a seguito dell’esclusione dal bando regionale per i finanziamenti previsti dal progetto della Presidenza del Consiglio dei Ministri “Scuole belle”.

“Un procedimento amministrativo che ha di fatto creato un’empasse burocratica per il nostro comune e tanti altri centri della provincia di Caserta”, spiega il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici di Caiazzo,Stefano Giaquinto.

Il comune retto dal sindaco Sgueglia è risultato infatti tra i primi in una graduatoria composta da oltre trenta richiedenti per un progetto che riguarderebbe la scuola media con annessa palestra (oggisede anche della Direzione dell’Istituto Comprensivo), “lo stesso comune è in attesa dell’esito del ricorso da non poter passare alle fasi di avvio dei lavori”, continua Giaquinto. Messa in sicurezza strutturale degli edifici scolastici e garanzia dell’incolumità degli studenti addio? In un’epoca in cui si punta alla sburocratizzazione dell’azione amministrativa e all’ottimizzazione delle procedure, “si resta in attesa di chissà quale decisione, 18 milioni di euro sono bloccati in tutta la Regione Campania e la scuola è iniziata. Spero non si arrivi ad annullare tutto– esorta il vicesindaco -e a dover rifare il bando, perchè si tradurrebbe in una vera e propria perdita di tempo”.

“Che fine hanno fatto le promesse del governo Renzi– si chiede Giaquinto -in tema di edilizia scolastica, scuole belle e scuole sicure? Dai facili impegni del Governo Renzi adogginessun risultato concreto è arrivato, a questo si è aggiunto il Comune di Napoli che, vista la delibera di giunta regionale del 9 settembre 2013, ha prodotto ricorso alla graduatoria ed al bando.

Il Tribunale Amministrativo della Campania con propria ordinanza ha accolto l’istanza cautelare del comune di Napoli e ordinato la sospensione degli atti impugnati. La trattazione nel merito del ricorso con udienza pubblica è fissata al prossimo 12 marzo 2014. Ebbene, sono trascorsi più di sei mesi e ancora non si conosce l’esito”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico