Aversa

Scivolo per disabili ostruito da fioriere: interviene Nobis

 Aversa. Marciapiedi per disabili impossibili da usare. Succede in via Cilea nel punto in cui l’arteria incrocia via Tristano.

A segnalare il problema è una disabile in carrozzella che sperava di poter accedere ai marciapiedi utilizzando gli scivoli esistenti bloccato, però, in maniera chiara ed evidente, per tutti, dà fioriere.

Dopo aver provato prima da un lato della strada, dove si è trovata impossibilitata a raggiungere un negozio affacciato sul marciapiede, poi dall’altro dove ha cercato di entrare nel bar posto all’angolo trovando, però, ancora una volta lo scivolo impedito perché coperto da un vaso ornamentale ha deciso di chiedere aiuto al consigliere comunale Nico Nobis.

Intervenuto sul posto, constatando la fondatezza della protesta, l’esponente di maggioranza, eletto tra le fila di Noi Aversani, ha immediatamente chiamato la polizia municipale perché rilevasse l’anomalia ed intervenisse per farla rimuovere.

“Il comandante ha verificato personalmente la rispondenza di quanto segnalato dalla cittadina e, – dice Nobis – dopo aver interpellato il titolare dell’esercizio al quale intendeva accedere il diversamente abile, ha preannunciato che effettuerà un controllo per verificare il diritto di proprietà dichiarato e l’eventuale esistenza di autorizzazioni al posizionamento delle fioriere e all’uso esclusivo del marciapiede sia da un lato che dall’altro della strada”.

 “Fioriere – sottolinea Nobis – che sono collocate in modo tale da rendere i marciapiedi inaccessibili, così come appare evidente in particolare nel caso del bar, che ne utilizza l’ampiezza per posizionare tavoli e sedie, delimitando con le fioriere lo spazio stesso, senza lasciare alcun accesso possibile per diversamente abili su sedia a rotelle”.

Considerando che il caso segnalato dalla disabile su sedia a rotelle è comune a molti altri esercizi commerciali cittadini che si servono dei marciapiedi per ampliare lo spazio di vendita, quello espositivo o la superficie disponibile per la clientela, come accade per bar, paninoteche, pizzerie per il consigliere Nobis la verifica annunciata dal comandante della polizia municipale non deve essere imitata solo agli esercizi di via Cilea ma va fatta a tappeto, controllando tutti gli esercizi commerciali che utilizzano i marciapiedi.

Un censimento accurato permetterebbe da un lato di sanzionare ed eliminare gli abusi, dall’altro di predisporre percorsi alternativi utilizzabili dai diversamente abili in caso di marciapiedi con ostacoli “autorizzati”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico