Aversa

Bilancio, presentati ben 45 emendamenti

 Aversa. Si va dal forno crematorio alla gondola per poter attraversare via Atellana quando, (puntualmente), passando per una vetrina per la valorizzazione dei prodotti tipici aversani per Expo 2015 e la cessione a privati dei parchi Balsamo e Grassia nei 45 emendamenti presentati dai consiglieri comunali al bilancio preventivo per il 2014 in discussione nell’assise cittadina venerdì prossimo.

Uno solo quello proveniente dalla maggioranza, dal consigliere Paolo Santulli che si rifà ad alcuni finanziamenti dei Più Europa i cui finanziamenti, in parte, potrebbero essere destinati ad altre iniziative. Un secondo viene dallo stesso esecutivo, ma si tratta di un emendamento tecnico, per porre rimedio ad una riduzione di stanziamenti nazionali.

Tutti gli altri vengono dall’opposizione. Tra essi spiccano una decina ad opera dell’ex An, più volte assessore nelle giunte Ciaramella, Gino della Valle. Quest’ultimo propone una serie di emendamenti relativi a parcheggi e sistemazione strade, con un obiettivo, però. Per la loro realizzazione, infatti, della Valle indica i fondi rimasti inutilizzati perché frutto di risparmio di mutui per precedenti opere. Tutti questi emendamenti hanno ricevuto parere negativo perché i fondi in questione sono stati già utilizzati con provvedimenti di giunta.

Una situazione che ha fatto affermare all’ex esponente An: “Ovviamente conosco questa situazione. Ho fatto questo per evidenziare un abuso da parte della giunta che non poteva decidere cosa fare di residui attivi dei mutui. Si tratta di un argomento di competenza del consiglio comunale”.

Il resto degliemendamenti è stato presentato in formazioni diverse che spesso li vede tutti insieme, i consiglieri comunali Michele e Paolo Galluccio, Gianpaolo dello Vicario, Imma Lama, Augusto Bisceglia, Orlando de Cristofaro, Marco Villano Marco, Pasquale Pandolfi, Salvatore Cella e Salvatore Candida.

Tra queste spicca l’integrazione del piano triennale delle opere pubbliche 2014-2016 (che viene approvato insieme allo strumento contabile) all’annualità 2014 con la realizzazione di impianto crematorio in concessione e gestione “Per la seguente motivazione: in quanto per dare un alternativa a persone che chiedono una diversa sepoltura e per non far sì che i cimiteri possano crescere a dismisura per la richiesta continua di nuovi loculi”.

Per la cronaca, l’unico impianto dell’Italia Meridionale è ubicato a Montecorvino Pugliano, in provincia di Salerno. Vi sono, poi, una serie di proposte per doppia uscita del circolo didattico di via Corcione, la costituzione della fondazione Cimarosa, la stampa della mappa turistica di Aversa, la vetrina per valorizzazione dei prodotti tipici Aversani per l’Expo, l’acquisto gondola o mezzo anfibio per via Atellana e la cessione a privati dei parchi pubblici ‘Balsamo’ e ‘Grassia’ che non sono manutenuti certamente come sarebbe necessario, ovviamente una provocazione.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico