Aversa

“A tavola per la pace”, iniziativa interculturale de “Il Dono”

 Aversa. Si è tenuta sabato 4 ottobre la prima edizione di “A Tavola per la Pace”. La manifestazione è nata con il preciso scopo di creare un momento d’incontro tra i cittadini e i rappresentanti delle diverse comunità straniere presenti ad Aversa e nell’agro aversano.

All’interno del Chiostro della Chiesa dedicata al “poverello d’Assisi”, in piazzetta Don Diana, si è tenuta la cena alla quale hanno partecipato persone provenienti da settanta paesi del mondo, anche da nazioni in guerra tra loro. Donne, uomini e, soprattutto bambini, senza distinzione di colore della pelle, cultura, credo religioso, stato sociale, hanno cenato in pace seduti l’uno accanto all’altro.

Anche se solo per poche ore si è realizzato il desiderio auspicabile di chi sogna di vedere un giorno i popoli della Terra vivere in pace, armonia e serenità. L’idea di organizzare l’incontro è del giornalista aversano Giuseppe Cristiano.

Il progetto ha visto subito l’entusiastica adesione dei soci dell’Associazione Convergenze e della Libreria ‘Il Dono’ con in testa il presidente, professor Fortunato Allegro, del parroco della chiesa di San Francesco, don Pasqualino De Cristofaro, di don Carmine Schiavone della Caritas Diocesana,e di altre realtà di volontariato presenti ad Aversa e nell’agro. Ricordiamo che le comunità etniche presenti nell’agro aversano sono decine. La più numerosa è quella ucraina, seguita da quelle algerina, polacca, marocchina, rumena e cinese. Sono realtà che si sono ampliate e consolidate nel tempo attraverso i nuovi arrivi e i ricongiungimenti familiari.

Le diverse comunità sono formate da persone che vivendo da anni nel territorio si sentono ormai parte integrante della società aversana. Nella mattinata, all’interno della Libreria ‘Il Dono’, si è tenuto un incontro-dibattito sulle tematiche ispiratrici dell’evento.

Nel corso dell’incontro, moderato dalla giornalista Giusy Clausino, è stato proiettato un documentario preceduto da una relazione di Teresa D’Aniello e dall’intervento, tra gli altri, di Maria Acierno. Al termine della proiezione è stata messa a disposizione dei bambini un’area interamente dedicata a loro, con l’acrobata-giocoliere Armando Lasso che li ha intrattenuti con giochi e spettacoli circensi.

All’interno dell’area è stato installato “L’Albero della Pace”, un albero vero sul quale tutti presenti hanno avuto l’opportunità di lasciare un messaggio di pace e di fratellanza. Sono state numerose le attività commerciali locali che hanno donato tutto il necessario per la perfetta riuscita dell’evento.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico