Italia

Consulta, ennesima fumata nera per l’elezione dei giudici

 Roma. Ancora una vola Luciano Violante e Donato Bruno non raggiungono il quorum richiesto dei 3/5 dei componenti dell’Assemblea, pari a 570 voti.

Servirà una nuova votazione, la quattordicesima. Niente quorum anche per l’elezione di due membri laici del Csm, il Consiglio superiore della Magistratura: nella votazione del Parlamento in seduta comune nessuno ha raggiunto la quota di 514 voti necessari per far scattare l’elezione (servivano i 3/5 dei votanti).

Anche per il Csm dunque servirà una nuova votazione. La prossima riunione in seduta comune del Parlamento per la nuova votazione per i giudici della Consulta e dei componenti mancanti del Csm si terrà martedì alle ore 12. Secondo le prime indiscrezioni sullo scrutinio per l’elezione dei due giudici della Consulta, Luciano Violante e Donato Bruno si sarebbero fermati rispettivamente a 542 e 527 voti.

“Sicuramente continueremo a votare Violante e Bruno” ha detto il capogruppo Pd, Roberto Speranza, uscendo dalla riunione dei capigruppo in corso a Montecitorio, confermando i due candidati di Pd e Fi. Di tutt’altro avvisoLuigi Di Maio, del Movimento 5 Stelle. “La nostra pazienza è finita”, dice.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico