Gricignano

Tasi, GA: “Il pagamento poteva essere dilazionato, amministratori superficiali”

 Gricignano. “Ancora una volta i nostri amministratori danno dimostrazione di operare in maniera allegra e spensierata”.

Così esordisce il neo costituito circolo “Gricignano Attiva” in una nota in cui fa riferimento all’approvazione, avvenuta nell’ultima seduta del Consiglio comunale, del regolamento Tasi e della relativa aliquota.

“Questa volta si è superato il limite – sostiene il sodalizio di cui fanno parte i consiglieri di opposizione Vincenzo Santagata e Vittorio Lettieri – anche se siamo convinti che il limite dei nostri amministratori non esiste. È opportuno, però, che i cittadini di Gricignano sappiano quali siano le conseguenze che scaturiscono dalla gestione allegra e superficiale della macchina amministrativa. Infatti, hanno deciso di approvare il regolamento che disciplina l’applicazione della Tasi per l’anno 2014 solo all’ultimo giorno utile (10 settembre scorso), scaricando la colpa di tutto ciò sui vari dirigenti accusandoli di aver accumulato ritardato nella preparazione della documentazione necessaria per l’approvazione del regolamento Tasi. Ed invece, ancora una volta, siamo costretti a ‘sbugiardarli’ poiché la colpa di questi ritardi ricade solo ed esclusivamente sulla parte politica che, non ci stancheremo mai di dirlo, sta amministrando con superficialità assoluta”.

A questo punto “Gricignano Attiva” va nello specifico: “Prima il dirigente dell’area finanziaria, già il 13 maggio scorso, con nota protocollo 3671, invitava la parte politica ad approvare il regolamento Tasi entro la fine dello stesso mese e poi il segretario comunale, il 4 luglio, con nota protocollo 5285, tenuto conto dell’inerzia della parte politica, sollecitava nuovamente la stessa per l’approvazione del regolamento Tasi, specificando loro la normativa di riferimento e soprattutto indicando quali fossero le gravose conseguenze per i cittadini in caso di ulteriore ritardo. Infatti, se il regolamento fosse stato approvato entro il 23 maggio scorso, primo termine utile per l’approvazione, si sarebbe permesso ai cittadini di dilazionare il pagamento del tributo in più rate ed invece ora saranno costretti a pagare in un’unica soluzione (16 dicembre) l’intero importo che, oltretutto, risulta aumentato dello 0,5%, in barba a quanto più volte affermato dal sindaco anche nel corso di consigli comunali, che non si sarebbero aumentate le tasse”.

Per i componenti del circolo di piazza Municipio “non si comprendono le motivazioni per cui si è arrivati all’ultimo giorno per l’approvazione del regolamento soprattutto in un periodo di gravi crisi finanziaria ed occupazionale dei cittadini in generale. Ebbene, nonostante fossero stati ‘avvisati’, i rappresentanti della maggioranza hanno fatto passare (senza motivo) altri due mesi, decidendo di approvare il regolamento Tasi solo all’ultimo minuto arrecando secondo noi un danno alla cittadinanza. Il sindaco, in Consiglio comunale, ha motivato il ritardo attribuendolo alle ‘ferie’ del segretario comunale. Mai scusante più ‘allegra’! Il sindaco dimentica che il Consiglio poteva essere svolto con la presenza di un segretario comunale in sostituzione del titolare come già fatto in più occasioni da questa amministrazione nel periodo feriale con approvazione di delibere di giunta. E’ alquanto evidente che la ‘giustifica’ fa acqua da tutte le parti”.

“A quasi due anni dall’insediamento di questa amministrazione – conclude ‘Gricignano Attiva’ – il popolo di Gricignano ha potuto constatare sulla propria pelle le conseguenze dovute alla superficialità con la quale si sta amministrando e portando avanti il proprio mandato, arrecando giorno dopo giorno notevoli danni alla cittadinanza. Per ora, non ci cimentiamo in giudizi sull’operato di questa amministrazione lo lasciamo fare ai cittadini che alla luce dei fatti e sulla scorta delle continue ‘belle’ figure dei nostri amministratori non potranno che esprimere un parere negativo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico