Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, Variante: Legambiente chiede videosorveglianza

 Casapesenna. Il presidente del locale Circolo di Casapesenna, Nicola Diana, in prossimità dell’evento nazionale “Puliamo il Mondo” organizzato da Legambiente, …

… esprime forte preoccupazione per i ritardi nel progetto di videosorveglianza dell’area della Variante Provinciale e via Sant’Aniello dove da qualche giorno sono iniziati i lavori di bonifica commissionati dal Comune di Casapesenna.

“Abbiamo inviato – afferma Diana – una missiva non solo al Comune di Casapesenna ma anche a quello di San Cipriano d’Aversa e di Casal di Principe, per far presente la necessità e l’urgenza di attivare le telecamere specie lungo via Sant’Aniello e la variante provinciale, per evitare che dopo aver speso diverse decine di migliaia di euro presi dalle tasche dei cittadini di Casapesenna, i criminali, che smaltiscono in nero i loro rifiuti nocivi, possano ricominciare a sversare illecitamente nelle aree sprovviste di sorveglianza attiva, concretizzando così l’ennesimo sperpero di danaro pubblico a danno di cittadini sempre più tartassati e sempre più minacciati nei loro diritti a veder salvaguardata la propria salute”.

E’ utile ricordare che i Comuni di Casapesenna, San Cipriano e Casal di Principe sono titolari di un finanziamento a valere sui fondi destinati ai Comuni sottoscrittori del Patto della Terra dei Fuochi, per un importo di 90mila euro destinato alla videosorveglianza delle aree critiche sotto l’aspetto dei roghi. Alla presenza del Prefetto Cafagna, nel corso della conferenza di servizi del 13 agosto scorso, fu stabilito che tali fondi dovessero essere utilizzati nell’area di crisi a ridosso della Variante.

Nel corso della stessa il dottor Cafagna raccomandò alla vicesindaco Zagaria, presente all’incontro, di affrettarsi ad inoltrare le schede progettuali di dettaglio richieste dal competente ufficio regionale, senza le quali tali fondi non potranno essere di fatto erogati ai Comuni interessati. Scopo della lettera inviata stamani, infatti, è anche quella di conoscere lo stato di attuazione dell’iter per l’ottenimento e la gestione del predetto progetto di videosorveglianza.

Diana, nei saluti conclusivi della missiva, in concomitanza con la campagna nazionale di Legambiente “Puliamo il Mondo”, ha anche rinnovato la richiesta di incontro con il sindaco del Comune di Casapesenna, già formalizzata da oltre un mese, finora rimasta clamorosamente senza alcun esito.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico