Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, De Rosa: “Si è travalicato il buonsenso”

 Casapesenna. “Se avessero avuto contenuti significativi, avrebbero potuto essere alla guida dell’amministrazione comunale, di fatto i cittadini di Casapesenna hanno scelto di dare fiducia a noi e al nostro programma elettorale”.

Si esprime con toni decisamente duri il sindaco, Marcello De Rosa, estremamente infastidito dalla querelle mediatica che in queste ore sta avvelenando il clima politico della città. “In questi giorni – afferma il sindaco – credo che si sia travalicato il buonsenso e smarrito il senso politico e civico che dovrebbe appartenere a qualsiasi componente del Consiglio comunale a prescindere su quale scranno sieda. Si stanno usando parole semanticamente poco pertinenti alla sfera amministrativa, che in questo momento è l’unica che davvero ci interessa”.

“Si parla di barricate – prosegue De Rosa – di volontà di imbavagliare le voci del dissenso, la cosa mi fa quasi sorridere. E poi noi saremmo quelli che soffrono di vittimismo? Trovate un accordo, almeno sui termini da usare”.

“Se poi – sottolinea il primo cittadino – vogliamo, invece, approfondire un tantino questo tema, allora possiamo dire che le barricate sono piccola cosa rispetto alle profondissime fossa che si vogliono scavare per seppellire l’operato di chi prima era in maggioranza, ma la storia, pur creando macerie, lascia tracce indelebili”.

“Ma in quale manuale politico – incalza De Rosa – è scritto che il compito della minoranza è quello di un’inconcludente aggressività? Chi siede in minoranza ha il compito di vigilare sull’operato di chi amministra, di dare suggerimenti e anche aiuti, se necessario, nell’interesse della collettività”.

“Ad oggi – conclude – non mi sembra che da parte della minoranza ci siano state proposte serie, al di fuori di provocatorie richieste di dimissioni. Non ci si rende conto, accecati da invidie e gelosie politiche, che un atteggiamento di critica chiuso, aprioristico e velenoso diventa, con il passare del tempo, insopportabile anche per i propri elettori che di certo non hanno espresso la loro preferenza per avere facinorosi tribuni che trovano largo spazio solo sui social network. La politica merita di più”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico