Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

A Rosaria Aprea la fascia di Miss Eleganza: “Il mio un messaggio antiviolenza”

 Casal di Principe. “Tutte le volte che sono in passerella e sfilo sono felice, ieri avrei voluto sfilare di più e avere l’opportunità di farmi conoscere, ma l’eliminazione al primo turno non me ne ha dato l’opportunità”.

Rosaria Aprea, la miss di Macerata Campania (Caserta) – che il 12 maggio del 2013finì in ospedale con la milza spappolata dopo essere stata presa a calci dal fidanzato di Casal di Principe, condannato a otto anni -domenica sera,alla finalissima di Miss Italia, è stata eliminata al primo turno.

Visibilmente delusa per l’eliminazione si è detta comunque soddisfatta: “Stamane, con un po’ di calma, e con la mia amica Carmen, ho letto un po’ di notizie e articoli sui giorni precedenti e ho visto che sono riuscita ad essere il vettore di un messaggio molto importante che è quello della lotta alla violenza di genere e un invito alla denuncia per le vittime. D’altronde il mio ingresso a miss Italia era fasciato dal coraggio”.

Rosaria si è anche detta onorata per il titolo di“Miss Eleganza”che, come ha precisato Simona Ventura, “è sempre stata una fascia molto importante”. “Questa partecipazione al concorso mi ha fatto sentire forte – ha sottolineato Rosaria – perchè ho visto una forte squadra intorno a me che mi aiuta e sostiene. Ringrazio mia mamma che è stata con mio figlio questo mese e ringrazio il mio avvocato nonchè amica Carmen Posillipo che mi ha fatto da madre acquisita incoraggiandomi ad ogni mia debolezza”.

Infine, la miss di Macerata Campania, ha ringraziato il sindaco della sua città, Luigi Munno, “che ha organizzato tante manifestazioni a mio sostegno”. “Spero di poter continuare a fare la modella – ha concluso Rosaria – e sono contenta di aver conosciuto Simona Ventura che a fine serata mi ha rincorso e mi ha promesso grandi cose e sarei davvero felice di fare un percorso con lei che è una donna forte e determinata e simbolo di indipendenza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico