Campania

Rifiuti, Maurer al Forum PolieCo: “Obiettivi ambiziosi per il bene dell’Europa”

 Ischia. “Il dramma della Terra dei Fuochi è un argomento molto conosciuto all’interno della Commissione europea”.

Lo ha sottolineato Helmut Maurer, direttore generale del Waste management della Commissione Ambiente Ue, intervenuto venerdì pomeriggio, a Ischia, al Forum internazionale sull’economia dei rifiuti promosso dal PolieCo.

“Sono stato due volte in visita in Campania per discutere della problematica. – ha detto il politico tedesco – Per quanto riguarda l’Unione Europea sono state intraprese delle azioni in tal senso e l’Italia è stata deferita alla Corte di Giustizia e sono in atto una serie di iniziative per la risoluzione del problema”.

Secondo Maurer “non è sufficiente ridurre la quantità dei rifiuti in strada ma è importante lavorare sulla raccolta differenziata, sul riciclo e farlo in maniera assolutamente sensibile”.

Molto resta da fare, non solo in Campania, anche in altri Paesi dell’Europa. Una soluzione è quella di valorizzare i rifiuti. “In Germania – spiega Maurer – ci sono numerose organizzazioni private che si occupano non solo della provenienza dei rifiuti ma soprattutto della loro valorizzazione. Credo sia questa la differenza sostanziale rispetto all’Italia. Importante è realizzare che i rifiuti costituiscono un valore. Questo è quello che andrebbe fatto in Campania e altrove. Dunque, pensare non soltanto a chi gestisce i rifiuti ma anche a chi ne può trarre valore”.

Helmut Maurer al Forum PolieCo – VIDEO

Durante il suo intervento al Forum – al quale hanno preso parte, tra gli altri, il presidente del PolieCo, Enrico Bobbio, e il parlamentare europeo Nicola Caputo – Maurer ha parlato di carenza di risorse e di come i rifiuti non siano un problema regionale o europeo, bensì di entità mondiale. Le nostre economie sono interconnesse e questo ha delle ripercussioni legate al cambiamento climatico e all’inquinamento dei mari. Quello dei rifiuti, quindi, è un problema che non conosce confini”.

Si è discusso anche di strumenti legislativi. “Il 2 luglio – ha aggiunto Maurer – la commissione ha adottato un pacchetto che comprende una serie di misure che mirano alla riduzione del quantitativo di rifiuti inviati a discarica entro il 2030. Obiettivo ambizioso, previsto già per il 2025 ma vincolato al 2030, è che venga inviato a discarica non oltre il 5% dei rifiuti solidi urbani “anche perché – ha spiegato ancora Maurer – in alcuni paesi addirittura vi sono percentuali del 70-80%”. “Dobbiamo essere ambiziosi per il bene dell’Europa”, il suo monito.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico