Aversa

Sicurezza urbana, Sagliocco annuncia 60 nuove telecamere di sorveglianza

 Aversa. Sessanta nuove telecamere ad alta definizione per la videosorveglianza da collocare nell’ambito del progetto wireless non solo per quanto riguarda la sicurezza, ma anche per il cablaggio degli uffici pubblici con una riduzione di costi di ben centomila euro l’anno sulla bolletta telefonica.

Ed il tema della collocazione di questi occhi elettronici sulla città è stato l’oggetto della riunione che ha visto presenti presso la casa comunale oltre al sindaco Giuseppe Sagliocco, promotore dell’iniziativa, il colonnello Vittorio Carrara, comandante del reparto territoriale dei carabinieri, il dirigente del commissariato di Aversa Paolo Iodice e il suo vice Luigi Graziano.

«In primo luogo – ha affermato Sagliocco – desidero evidenziare che questo progetto, varato nel 2009 e portato, poi, avanti da questa amministrazione, non è collegato all’episodio che ha visto come vittima la giovane Francesca di Donato. Si tratta di un’iniziativa che porterà a breve ben 52 telecamere che andremo a posizionare non solo in punti cruciali per il controllo, ad esempio, dell’abbandono dei rifiuti, ma anche della sicurezza e dei servizi. Andranno vigilate, ad esempio, le strade di accesso ad Aversa. Le telecamere attualmente esistenti, non possiamo non riconoscerlo, danno risultati avvilenti. Spesso, soprattutto quando servono filmati notturni, il risultato è prossimo allo zero. Queste che si vanno ad installare saranno infrarossi e di nuova generazione. Il redattore del progetto, l’ingegnere Gianfranco Palmiero, si interfaccerà con i responsabili cittadini dell’ordine pubblico per garantire un miglior spiegamento sul territorio di questi occhi elettronici».

Ad essere installate non sono solo le 52 telecamere del progetto collegato a Più Europa, ma anche altre otto, già in dirittura d’arrivo, che saranno installate in via Roma, piazza Crispi, piazza don Diana e piazza della Pace. «Le nuove 52 telecamere – è ancora Sagliocco a parlare – non saranno utili solo alla sicurezza, ma anche per quanto riguarda il controllo del traffico, la vigilanza sui rifiuti e al collegamento tra gli edifici e gli uffici comunali, dal Suap alle scuole alla casa comunale, con un lavoro di cablaggio con fibra ottica che ci consentirà non solo guadagni per quanto riguarda i controlli, ma anche e, soprattutto, risparmi sulla bolletta telefonica stimati in centomila euro».

Per quanto riguarda via Roma, ad esempio, i lavori per il restyling, come anticipato dallo stesso sindaco normanno, dovrebbero avere inizio tra venti giorni ad opera di una ditta sammaritana specializzata in restauri dei centri storici. Proprio da questa ditta il comune ha ottenuto, nell’ambito dell’offerta migliorativa, le otto telecamere di cui si è fatto cenno in precedenza.

«Questa iniziativa – ha concluso Sagliocco – non risolverà i problemi della sicurezza in città, ma saranno certamente di aiuto. Sempre in tema di sicurezza voglio sottolineare l’agire comune con le altre forze dell’ordine che hanno sempre garantito un servizio qualitativamente ineccepibile, anche se, non possiamo evidenziare che ci sono limiti quantitativi non dovuti alla volontà dei responsabili, ma all’oggettiva carenza di organico».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico