San Giuseppe Vesuviano - San Gennaro Vesuviano - Striano

Scuole aversane, cancelli aperti senza patemi

Nicla Virgilio Aversa. Cancelli aperti per le scuole aversane senza patemi particolari. Sia gli istituti scolastici di competenza comunale che quelli di competenza dell’amministrazione provinciale hanno ripreso le attività dopo la pausa estiva con regolarità, …

… ad eccezione dell’istituto comprensivo ‘Gaetano Parente’ dove la dirigete scolastica, Enrichetta Ferrara, ha fatto affiggere un avviso nel quale si rinviava ad oggi qualsiasi comunicazione sulla ripresa delle lezioni “in attesa dell’adempimento richiesto, con largo anticipo, all’ente locale”.

L’adempimento in questione è rappresentato dalla mancata revisione degli estintori. Sulla vicenda a rispondere lo stesso sindaco Giuseppe Sagliocco che sottolinea come in tema di normativa antincendio a decidere, in ultima analisi, sia il dirigente scolastico e che, sempre per quanto riguarda il settore specifico, vi sia stata una corrispondenza con il provveditorato regionale che, a quanto pare, sebbene su input dei comuni interessati (cosa avvenuta) è competente sull’argomento.

Da lunedì, quindi, ad Aversa tornano a riversarsi nelle strade cittadine, negli orari topici di inizio e fine lezioni, ventimila studenti. Una massa enorme che pesa non poco sulla vivibilità cittadina. Con 25 plessi scolastici comunali, ovvero gli Istituti Comprensivi ‘Gaetano Parente’, ‘Domenico Cimarosa’ e ‘Antonio De Curtis’ nonché il II e III circolo didattico e la scuola media ‘Giovanni Pascoli’, ed una marea di istituti superiori dai due licei scientifici (‘Giancarlo Siani’ ed ‘Enrico Fermi’) al liceo classico ‘Domenico Cirillo’, all’alberghiero ‘Rainulfo Drengot’, alla ragioneria ‘Alfonso Gallo’, all’Itis ‘Alessandro Volta’, al commerciale per il turismo ‘Enrico Mattei’, al liceo Pedagogico (con sezione sportiva, di scientifico e linguistico) ‘Niccolò Jommelli’, al geometra ‘Gaetano Andreozzi’ al liceo artistico Luca Giordano e così via, senza contare le due facoltà di architettura e ingegneria della Sun.

Tra queste scuole qualcuna, nell’ambito dell’autonomia dell’offerta didattica, ha aperto i battenti con qualche giorno d’anticipo, così come avvenuto alla ‘Pascoli’ dove le lezioni hanno avuto inizio giovedì 11 settembre scorso con accoglienza particolare per gli alunni delle prime classi con tanto di coro e presentazione con una sorta di visita guidata a questa che vanta il primato di scuola più tecnologica in assoluto della città normanna con le sue numerosissime lavagne multimediali e una sala computer di prim’ordine. Proprio la ‘Pascoli’ quest’anno ha fatto registrare un aumento di iscrizioni così come, del resto, sta avvenendo da qualche tempo anche per l’alberghiero, sull’onda della moda per la cucina propinata da tutte le tv.

“Quest’anno – ha dichiarato il vicesindaco con delega all’istruzione Nicla Virgilio (Forza Italia) – non vi sono stati particolari traumi ad eccezione della vicenda della ‘Parente’ sulla quale ha già risposto il sindaco. Mi fa piacere evidenziare che la mensa dovrebbe andare a regime già nella prima decade di ottobre grazie al fatto di aver ottenuto per tempo le scia. Da quest’anno, inoltre, il servizio sarà pagato con una card elettronica evitando agli utenti lunghe file per il pagamento dei blocchetti mensa che scompariranno”. Per quanto riguarda la messa in cantiere di lavori, che, comunque, non impatteranno sulla didattica, a breve al via la realizzazione della mensa di via Giotto e l’aula magna della scuola media ‘De Curtis’.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico