Lusciano

Appalti Pip, dopo Oliviero scarcerati anche Verolla e Ferraro

 Lusciano.I giudici del tribunale del Riesame di Napoli hanno scarcerato l’ex sindaco di Lusciano, Isidoro Verolla, e l’ex consigliere regionale dell’Udeur, Nicola Ferraro, di Casal di Principe,…

… accusati di concorso esterno in associazione camorristica e turbativa d’asta – in concorso con il deputato Luigi Cesaro e suoi fratelli Aniello e Raffaele – per aver pilotato appalti nell’area Pip di Lusciano. Con la decisione dei giudici di Napoli vacilla il quadro accusatorio costruito dalla procura Antimafia di Napoli che aveva ipotizzato accordi tra politica, clan Bidognetti e imprenditoria su affari di milioni di euro, fatti grazie alla vincita di gare d’appalto pubbliche.

Un quadro che si alimenta di nuove rilevazioni del pentito Antonio Iovinema costruito sulla base delle iniziali dichiarazioni di Luigi Guida, l’ex boss dei quartieri di Napoli diventato poi reggente della fazione Bidognetti del clan dei casalesi.

Nei giorni scorsi è stato rimesso in libertà anche l’ingegner Angelo Oliviero, 58 anni, ex responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Lusciano, Accogliendo l’istanza del suo legale, l’avvocato Giancarlo De Angelis, per il quale non sussistevano le esigenze cautelari e gravi indizi di colpevolezza, i giudici del Riesamelo hanno rimesso in libertà, ritenendo che non abbia avuto rapporti col clan. Sulla posizione di Luigi Cesaro il tribunale dovrebbe pronunciarsi il prossimo 14 agosto.

Articoli correlati

Appalti Pip, arrestato ex sindaco Verolla. Chiesto il carcere per Luigi Cesaro di Redazione del 23/07/2014

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico