Italia

Grillo attacca il premier: “Noi con i terroristi? Ebetino Renzi”

 Roma. Il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, torna con un videomessaggio sul suo blog scagliandosi contro il premier, Matteo Renzi.

“Buongiorno, non sono né scomparso né latitante. Intervengo perché c’è una campagna stampa contro il M5S che è vergognosa: siamo a favore del terrorismo, dialoghiamo con i terroristi e non con il governo…Queste sono schifezze del nostro ebetino presidente del Consiglio”, dice Grillo.

“Se tornassi indietro non solo non parlerei con lui, come ho fatto, dicendo che è una persona non coerente e non affidabile, come gli ho detto, ma direi che è un bugiardo, un falso e un ipocrita. Non ha mantenuto nulla di quello che ha detto!”, scrive poi Grillo in un post.

“Ve lo avevo detto prima, lo avevo già visto prima quando sono andato a incontrarlo, l’Ebete, vi ho detto che non era credibile, se lo incontrassi adesso gli darei anche uno scappellotto, come quelli a scuola”, sottolinea.

“Renzi non è stato eletto da nessuno” Renzi “non è stato eletto da nessuno: che vada alle politiche e che si faccia eleggere dal popolo italiano! Vorrei far capire a chi l’ha votato che non ha mantenuto nulla di quello che ha detto: noi dobbiamo, assolutamente, riprenderci il Paese. Dobbiamo andare a governare noi”.

Per il leader 5 Stelle Renzi “si permette anche di dire che noi abbiamo attinenze con il terrorismo: io vedrò se ci sono gli estremi per chiedergli i danni in nome mio e del popolo italiano”.

Grillo, dunque, evoca azioni giudiziarie nei confronti del presidente del Consiglio dopo le polemiche per il post di Di Battista sull’Iraq. Giustizia, “fanno la riforma con un condannato!” “Questa gente qui fa un decreto sulla giustizia con un condannato?! Ma stiamo scherzando?! Non possiamo accettare queste cose”, conclude Grillo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico