Aversa

Sagliocco sceglie Aversa: lascia il Consiglio regionale

 Aversa. Dimissioni bis da consigliere regionale del sindaco di Aversa Giuseppe Sagliocco. Il primo cittadino normanno ha protocollato presso gli uffici di via Santa Lucia l’atto con il quale ribadisce di voler rimanere sindaco di Aversa.

Come si ricorderà, Sagliocco aveva già effettuato la stessa scelta nell’inverno scorso quando era entrato in consiglio regionale quale primo dei non eletti nel Pdl in seguito alla sospensione di Angelo Polverino, coinvolto nello scandalo dell’Asl di Caserta. Successivamente lo stesso Polverino si è dimesso e per un perverso meccanismo Sagliocco è stato nuovamente messo di fronte alla scelta tra consiglio regionale e la poltrona di sindaco di Aversa. Dopo aver frequentato il consiglio per un paio di mesi, l’altro giorno la scelta definitiva a favore della città normanna.

“Tra opportunismo e responsabilità – ha dichiarato in merito Sagliocco – ho scelto quest’ultima. I cittadini aversani mi hanno investito di un compito che non posso lasciare a metà. Tra un incarico che molti ritengono più prestigioso, qual è quello di consigliere regionale, e quello di sindaco di Aversa ho deciso di scegliere in questo modo perché ritengo veramente un onore essere sindaco di questa città. Non a caso, sulla stessa scia, ho deciso di non utilizzare l’auto blu e di utilizzare lo stipendio per effettuare piccoli interventi nel campo del sociale e delle opere pubbliche”.

Il sindaco aversano sottolinea anche il suo impegno per la città affermando di non poter tradire il mandato che i cittadini di Aversa gli hanno conferito poco più di due anni fa.“Nei giorni scorsi – ha continuato il primo cittadino – ho incontrato i consiglieri comunali che sostengono questa amministrazione ed è stato concordato anche un programma delle cose da fare in questo secondo scorcio di consiliatura, nel rispetto del nostro programma elettorale ed in questo senso andremo avanti nel cercare di migliorare le condizioni di vita nella nostra città”.

Una scelta, in verità, considerata coraggiosa da molti soprattutto alla luce dell’attuale situazione politica. La maggioranza si regge su un consigliere comunale di differenza e Forza Italia, partito di maggioranza relativa, è fortemente diviso. Con l’avvento del nuovo coordinatore provinciale Carlo Sarro c’è chi ipotizza un’uscita del partito di Silvio Berlusconi dall’attuale maggioranza che sostiene l’amministrazione Sagliocco con il conseguente scioglimento del consiglio comunale.

Lapidario e tranquillo sulla questione appare il sindaco che commenta: “La mia scelta, come detto, è dettata da un senso di responsabilità. L’ho fatta senza troppi calcoli. Con i consiglieri comunali che appoggiano questa amministrazione abbiamo avuto un chiarimento che dovrebbe garantirci il prosieguo senza particolari intoppi, nonostante le continue Cassandre, nonostante lo sfascismo imperante nell’opposizione. Ovviamente, in politica mai dire mai e se per strane alchimie dovrebbe accadere che questa amministrazione debba andare a casa ce ne faremo una ragione. L’unica cosa certa, però, è che io potrò continuare a camminare a testa alta per le strade di Aversa così come già faccio ogni giorno”.

Il primo banco di prova per la maggioranza Sagliocco sarà rappresentato dall’approvazione del bilancio preventivo 2014 da varare entro il prossimo mese di settembre.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico