Teverola

Il vescovo Spinillo incontra i ragazzi del Grest

 Teverola. Nonostante il caldo e la conclusione delle attività scolastiche numerose sono le iniziative organizzate dalla Parrocchia per i più piccoli in questo tempo di vacanza.

Tra queste l’ormai tradizione “GrEst” (Gruppo estivo parrocchiale), promosso dalla parrocchia e dal parroco don Evaristo Rutino,che venerdì pomeriggio, nella scuola elementare “Pecorario”,ha avuto un ospite d’eccezione: il vescovo della Diocesi di Aversa, monsignor Angelo Spinillo.

Non solomomenti di preghiera, anche “buone maniere” quelle che il pastore, in modo ludico e scherzoso, haimpartito ai giovanissimi partecipanti. Spinillo ha chiesto ai bambinicome accolgono un ospite quando arriva a casa, cosa gli offrono di solito. “Il caffè”, ha risposto la gran parte di loro e, a quel punto, il vescovo ha simulato la degustazione di un caffè, raccogliendo gli applausi dei presenti, per poi ballare, insieme a don Evaristo, sulle note di “Happy”, il brano tormentone del 2014.

L’oratorio estivo terminerà il 25 luglio e, nella giornata di domenica 27, ci sarà un grande momento di festa con la partecipazione di ragazzi e genitori.

Il tema del Grest di quest’anno riguarda sull’abitarein continuità con quanto proposto gli anni passati: la parola e il corpo, per raggiungere il loro compimento hanno bisogno di “prendere dimora” nella vita degli uomini, di “venire ad abitare in mezzo a noi” (Gv 1,14). In altre parole, per entrare in relazione con sé, con gli altri e con Dio occorrono certamente parole e gesti efficaci, ma se questi non prendono dimora, non si radicano nelle pieghe dell’esistenza umana, rischiano di essere lasciati alla mercé del tempo che passa e scivolano via come l’acqua sulla roccia. Se si vuole continuità, occorre prendere dimora, occorre abitare e far abitare.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico