Orta di Atella

Puc e bilancio, il Pd alla maggioranza: “Basta tirare a campare”

Partito Democratico  Orta di Atella. Il sindaco Brancaccio e la sua coalizione hanno approvato il Puc (sequestrato dalla magistratura al termine dello stesso Consiglio dell’8 luglio), con una maggioranza striminzita, …

… nonostante il parere contrario della Provincia e le osservazioni del Partito Democratico, ben sapendo di non risolvere alcun problema dei cittadini ortesi. Continuano il Consiglio hanno tirato a campare votando anche il rendiconto di gestione 2013, nonostante le gravi irregolarità contabili in cui si prefigura un evidente falso finanziario, come riscontrato dai revisori dei conti col parere contrario al consuntivo ed evidenziando gravissime irregolarità di natura contabile.

Di seguito, alcune di esse:

Il conto del tesoriere non coincide con le risultanze delle scritture contabili importo di 571.705,75 euro, che determina gravi irregolarità contabili e l’inosservanza dei principi di: attendibilità, veridicità, e integrità del bilancio;

La variazione del netto patrimoniale non trova corrispondenza con il risultato economico dell’esercizio;

La certificazione delle entrate e delle uscite non trova alcuna giustificazione di correttezza ed efficacia con i conti di bilancio; e non vi è corrispondenza tra fondo cassa e saldo patrimoniale;

Ad ulteriore conferma di una gestione scellerata di soldi pubblici, l’equilibrio finanziario del comune è compromesso dalla mancata riscossione dei residui attivi pari a 11.415.642 euro (entrate accertate e non riscosse) che rappresentano crediti antecedenti al 2009 che presentano certezza di non esigibilità per crediti risoluti da oltre cinque anni in poche parole, non più esigibili);

Reale rischio per l’anno in corso, in cui il comune dovrebbe spendere solo quello che incassa, col rischio concreto di coprire spese reali con entrate fittizie, provocando di fatti, il dissesto finanziario che provocherebbe ulteriori tasse per i cittadini già massacrati da una nefanda gestione delle finanze pubbliche;

Unica cifra di debiti fuori bilancio riconosciuta pari a 2799846,21 euro in cui, la procedura di contrazione dei mutui, non ha avuto esito positivo (i revisori formulano un ulteriore sollecito a provvedere a questa nuova copertura finanziaria); Secondo gli organi di revisione, senza una riduzione strutturale delle spese correnti e l’elaborazione di vendita del patrimonio disponibile, ci saranno forte ripercussioni sugli equilibri di bilancio.

Pertanto, per il prossimo bilancio di previsione, con queste premesse e senza provvedere agli accertamenti dei residui, nessuna programmazione reale sarà possibile (come non lo è stata per gli anni precedenti) per il prossimo bilancio di previsione, perché seguirebbe il falso delle previsioni programmate.

Con queste condizioni di disastro finanziario e falsi atti di bilancio, senza un preventivo parere della Procura Generale della Corte dei Conti di Napoli, i consiglieri del Pd, tramite i propri rappresentanti istituzionali, presenteranno nota al Prefetto di Caserta, valutando, anche come forma di protesta, la mancata partecipazione al prossimo Consiglio comunale per la discussione del bilancio di previsione che provocherebbe danni all’intera economia del paese e ai danni dei cittadini.

Partito Democratico – Orta di Atella

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico