Italia

Napoli, ancora un crollo: ferito 69enne. De Magistris denuncia “killeraggio”

 Napoli. E mentre De Magistris denuncia un’azione di “killeraggio mediatico” contro il Comune di Napoli, dopo la morte del 14enne di Marano, Salvatore Giordano, colpito dai calcinacci caduti nella Galleria Umberto I, un altro episodio amplifica l’allarme in città.

In mattinata un uomo di 69 anniè rimasto ferito a Napoli da un pezzo di cornicione staccatosi all’interno di un condominio in via Firenze. Sarebbe stato colpito aduna spalla.

“Napoli, non si sta sbriciolando”, aveva detto in mattinata il sindaco di Napoli dinanzi alle polemiche sulle omissioni del Comune nella manutenzione e la “psicosi” diffusasi rispetto alle contromisure adottate non solo nella Galleria ma anche rispetto ad altri edifici cittadini interessati dalle verifiche dei vigili del fuoco.

“Sono stato in silenzio per giorni – ha detto De Magistris – perché ritengo che questa sia una tragedia inaccettabile. Abbiamo certamente un problema di manutenzione, che non riguarda solo il pubblico, ma anche il privato. I 100 milioni per il risanamento del centro storico potranno fare molto ma nopn risolveranno i problemi di questa città”.

Intanto, il primo cittadino annuncia che con il prossimo bilancio, che conta di approvare in giunta il 7 agosto prossimo, sarà prevista una delibera quadro che agevolerà i privati con una forma di detassazione sulle ristrutturazioni edilizie.

De Magistris ha anche anticipato chenon parteciperà ai funerali di Salvatore Giordano, in programma martedì a Marano, dove è stato proclamato il lutto cittadino. Il Comune di Napoli invierà il gonfalone della città ed una corona. Una decisione che il sindaco ha motivato con la volontà di “lasciare alla famiglia di Salvatore e alla comunità di Marano, il momento del lutto” e allo stesso tempo con la volontà di “voler prendere le distanze da tutto il veleno immesso contro la nostra città in queste ore”.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico