Esteri

Deraglia metropolitana a Mosca: oltre 20 morti e 150 feriti

 Mosca. E’ di 21 morti, tra cui il macchinista, e oltre 160 feriti il bilancio, ancora provvisorio, dell’incidente verificatosi alle 8.30 locali (le 6.30 in Italia) nella metropolitana di Mosca dove un convoglio della linea blu Arbatskaya ha deragliato prima della stazione di Slavyansky Bulvar per un calo di tensione.

Secondo il capo del Dipartimento Sanità del comune di Mosca, Gerogy Golukhov, più della metà dei feriti versa in gravi condizioni. Citata dalla radio Eco di Mosca, la responsabile comunicazione della metropolitana moscovita, Angelica Filippova, ha fatto sapere che è ancora in corso l’evacuazione dei passeggeri e che almeno una persona è ancora intrappolata viva dentro uno dei vagoni e 12 corpi senza vita sono ancora tra le macerie.

Nel frattempo, il Comitato investigativo russo ha aperto un’inchiesta penale sull’incidente per “violazione dei regolamenti sulla sicurezza dei trasporti”.L’ipotesi terroristica è stata esclusa da Maxim Liksutov, capo del dipartimento trasporti di Mosca.

Ancora incerta la causa dell’incidente: è stata avanzata anche la tesi di un’attivazione del sistema anti incendio per la presenza di fumo, che avrebbe comportato l’interruzione della tensione elettrica e la brusca frenata del convoglio all’interno del tunnel.

Alcuni vagoni sono usciti dai binari dopo che uno sbalzo di tensione ha fatto scattare un allarme, che ha fatto frenare il treno di scatto. Lo ha fatto sapere Yuri Akimov, un rappresentante dei servizi di emergenza di Mosca. Nelle immagini diffuse sui siti di social media si vedono passeggeri camminare lungo i binari all’interno del tunnel. Un uomo con una ferita da taglio sulla fronte ha detto all’emittente Rossiya 24 di aver sentito uno scatto prima che il treno si fosse fermato improvvisamente. “C’era del fumo – ha riferito – ed eravamo bloccati dentro. È un miracolo che siamo usciti, pensavo che fosse la fine”.

Park Pobedy è una delle più profonde stazioni della metropolitana di Mosca, 84 metri sotto il livello del suolo, il che rende i soccorsi particolarmente ardui. Inoltre la fermata più vicina arriva al grande parco che circonda il Museo russo della Seconda Guerra Mondiale, sempre molto affollato. Gli incidenti sono frequenti nella metropolitana di Mosca, ma quelli mortali sono rari.

Il presidente russo Vladimir Putin è stato informato in Brasile, dove si trova in visita, del tragico deragliamento. “Il presidente è ovviamente al corrente”, ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, citato dal Servizio russo di notizie, “è a conoscenza dell’incidente e delle misure adottate dalle autorità della capitale”.

Il sindaco di Mosca, Serghiei Sobianin, ha proclamato una giornata di lutto per domani, mercoledì 16 luglio, in omaggio alle vittime dell’incidente. Il primo cittadino ha promesso di licenziare tutti i responsabili della tragedia. L’amministrazione della capitale e la società che gestisce la metro prevedono un risarcimento danni di circa 3 milioni di rubli (65 mila euro) a ciascuna famiglia delle vittime e 1,5 milioni di rubli ai feriti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico