Esteri

Aereo abbattuto: aperta inchiesta internazionale

 Kiev. Vogliono l’apertura di un’inchiesta internazionale, i leader mondiali, per scoprire i responsabili dell’abbattimento del boeing 777 della Malaysia Airlines, diretto a Kuala Lumpur.

L’aereo è precipitato in territorio ucraino, a 40 chilometri dalla Russia. Nessun sopravvissuto: 298 persone hanno perso la vita, di cui 80 erano bambini. La tragedia continua ad inasprire i rapporti tra Usa, Ue, Ucraina e Russia: Obama è convinto che i responsabili siano i separatisti ucraini, supportati dai russi che forniscono armi e materiali.

Anche il premier ucraino Arseny Yatsenyuk accusa Mosca e vuole che i responsabili siano giudicati dalla corte penale internazionale dell’Aja. Il premier ha dichiarato: “La Russia è andata troppo oltre”.

Putin respinge le accuse, definendole “stupide”, ma non dice chi sia il responsabile.

Annunciata una tregua di 4 giorni dagli stessi separatisti, che controllano la zona dove è caduto il velivolo, per permettere lo svolgimento delle indagini agli esperti dell’Ocse. Il loro leader, Andrei Purgin, ha garantito sicurezza a coloro che si recheranno nel loro territorio.

Inviati dalla Repubblica Popolare di Donetks, 600 uomini per vigilare sui corpi e sui resti dell’aereo. Anche gli Usa invieranno degli uomini dell’Fbi che avranno il ruolo di osservatori.

Intanto, è stato dichiarato il divieto di volare nell’area in cui sono in corsoleoperazioni militari. Le scatole nere dell’aereo potranno fornire dei chiarimenti sulla vicenda. Tra le ipotesi vi è anche quella di un possibile attentato all’aereo su cui viaggiava Putin, in ritorno dai Caraibi. Il suo volo avrebbe attraversato la zona interessata, mezz’ora prima della tragedia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico