Cesa

Spettacolo di solidarietà per Fabio, il poliziotto in coma

 Cesa. Oltre venti artisti si sono mobilitati per esprimere solidarietà e concreta vicinanza alla famiglia di Fabio Graziano, un poliziotto in coma che necessita di cure particolari per sperare in un suo risveglio.

Succede a Cesa, in provincia di Caserta, dove venerdì 11 luglio, a partire dalle 20.30, nella centrale piazza De Michele, si è tenuta una lunga maratona di beneficenza che ha coinvolto talenti musicali provenienti da tutta la Campania.

Un mega spettacolo ideato e organizzato dall’associazione “Casmu”, presieduta da Mario Guida, insieme all’associazione “Noi Polizia”, guidata da Gennaro Sannino, alla rassegna teatro-scuola “PulciNellaMente”, e in collaborazione con l’assessorato agli eventi del comune aversano, retto da Carmine Alma, su delega del sindaco Cesario Liguori. Ospite il comandante della Polizia penitenziaria dell’Opg di Aversa, Luigi Mosca. In collegamento telefonico Paola, moglie del poliziotto, che ha ringraziato Guida e gli organizzatori.

Una speciale serata che ha testimoniato, ancora una volta, come l’associazione Casmu ha con caparbietà e determinazione la volontà di sostenere — attraverso i linguaggi dell’arte e della musica in particolare — quelle situazioni di emarginazione e sofferenza, di difficoltà e abbandono.

Basta citare i tanti eventi organizzati nelle case circondariali campane e soprattutto nell’Ospedale Psichiatrico di Aversa dove ormai da anni si sta conducendo un percorso di inclusione e socializzazione con la presenza quasi mensile di artisti che gratuitamente si prodigano per regalare un sorriso, una emozione e una speranza a quanti la vita ha riservato un destino di tristezza e afflizione.

Il ricavato della serata, la prima di una lunga serie che impegnerà diverse piazze della regione, sarà donato alla famiglia di Fabio.

33 anni, Fabio fu investito il 7 settembre 2013 da un furgone contromano lungo la Riviera di Chiaia, a Napoli. Da quell’incidente è rimasto sempre in coma. Grazie agli appelli e alla campagna di solidarietà tra amici e colleghi, culminata lo scorso marzo in un concerto al Palapartenope di Napoli, a cui hanno partecipato numerosi artisti, la fidanzata, Paola, è riuscita a portarlo in un centro neuroriabilitativo ad Innsburck, in Austria, e farlo curare. “Un piccolo aereo ti ha portato verso una speranza… adesso devi mettercela tutta…adesso tocca a te…il mio cuore è con te”, è il messaggio di Paola, che invita le persone a donare ancora denaro per prolungare la degenza di Fabio nella città austriaca, in maniera da garantirgli le cure migliori per più tempo.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico