Cesa

IV Congresso dell’Associazione Radicale, Guida tra i relatori

Cesa. Sabato 19 Luglio, alle ore 10, presso l’Hotel Jolly di Caserta si svolgerà il IV Congresso dell’Associazione Radicale “Legalità e Trasparenza”.

Particolare attenzione
sarà dedicata alle tematiche legateall’abolizione della pena di morte nel mondo, alla proposta di una
trasformazione democratica e federalista della Cina, alle mutilazioni genitali
femminili, alla ricerca della verità e alla conoscenza dei vari conflitti
presenti nel nostro pianeta con particolare attenzione alla questione ucraina e
di tutti i popoli oppressi dalle dittature e ovviamente la riforma della
giustizia in tutti i suoi aspetti.

Al tavolo dei relatori sarà presente anche l’avvocato
Vincenzo Guida che, in qualità di penalista
e responsabile giustizia PD di Caserta, riferirà con una relazione dal titolo: “I
rimedi dopo la sentenza Torreggiani: risarcimento, svuota carceri, riduzione
dei casi di applicazione di custodia cautelare in carcere”. Interverranno
inoltre Rita Bernardini, Segretaria
Nazionale di Radicali Italiani, Carmine
Finelli
, Young Professionals in Foreign Policy, Antonio de Lucia, Democrat Youth Community of Europe e docente alla
“Parthenope”; Vincenzo D’Anna,
Senatore della Repubblica Italiana; Camilla Sgambato, Deputato del Partito
Democratico; Alfonso Quarto,
Associazione Giovani Avvocati; Amedeo
Barletta
, docente di Diritto Europeo e Costituzionale presso l’Università
di Napoli “Parthenope” e avvocato; Domenico Iaderosa avvocato del Foro di S.Maria C.V.; Mario Barone, Presidente di
“Antigone – Campania”; Enzo
Farina
, Lega Italiana per i Diritti dell’Uomo; Domenico Alessandro de Rossi,
Tribunale Dreyfus; Arturo Diaconale,
direttore de L’Opinione e Tribunale Dreyfus. Saranno presenti i componenti del
“Comitato Verità e Giustizia per Francesco Mastrogiovanni” ( Vincenzo Serra, Giuseppe Galzerano, Peppe
Tarallo, Grazia Serra
).

“Diritti umani e riforma della giustizia per gli stati
uniti d’Europa, è questo il titolo che abbiamo deciso di dare al nostro IV
Congresso.
– afferma il gruppo – Partire dai diritti umani poiché ovunque
nel mondo continua la costante violazione delle convenzioni internazionali e
aumentano i conflitti i politici. La riforma della giustizia che da anni i
Radicali propongono alle istituzione attraverso le loro iniziative, come non
ricordare la campagna dell’estate 2013 sulla raccolta firme per la
presentazione dei 12 referendum, durante la quale spesso ci siamo scontrati con
una “lenta e inadeguata burocrazia” che invece di agevolare la partecipazione
attiva del cittadino alla vita politica del paese, come prevede la
costituzione, lo allontana e in molti casi lo ostacola”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico