Casaluce

Piazza Castello, Pagano: “Al via riqualificazione”

 Casaluce. Al via le operazioni di riqualificazione di piazza Castello. Saranno realizzati interventi alla pavimentazione ma ci saranno anche lavori di arredo urbano.

Il progetto si pone come obiettivo prioritario il recupero estetico e architettonico dello spazio. Si vuole sviluppare la potenzialità dell’area come luogo di aggregazione e di incontro e prevedere di conseguenza un luogo gradevole e accogliente per la sosta, dotato delle opportune caratteristiche estetiche e funzionali.

L’intervento progettuale tende a risolvere l’esigenza di ordine, di pulizia formale che comunica questo spazio. Ci saranno interventi mirati a migliorare la qualità e le finiture dei materiali previsti per la pavimentazione stradale in calcare e pietra lavica, in modo particolare, rispetto ai requisiti di durabilità, di manutenzione e di sicurezza per i pedoni. Il basalto sarà realizzato rispettando l’epoca del castello.

Si provvederà a migliorare la qualità e le finiture dei materiali dei marciapiedi integrando anche la qualità del sistema di pubblica illuminazione presente e di progetto, nella qualità dei materiali e negli aspetti illuminotecnici, nonché dal punto di vista degli impianti e del risparmio energetico previsti dal progetto esecutivo. Si vuole anche mettere in evidenza il sistema di accesso all’interno dell’organismo piazza-monumento (Monastero e Chiesa di Santa Maria ad Nives).

“Il progetto è un tassello importante per dare nuovo slancio alla piazza – dichiara il sindaco Nazzaro Pagano – Avere una piazza accogliente è sia un buon biglietto da visita per coloro che vivono a Casaluce ma anche per chi raggiunge il nostro Comune ma soprattutto un modo concreto per permettere a tutti i cittadini di avere uno spazio che torni ad essere davvero un luogo di incontro e di confronto. E poi l’installazione di lampade a led e dei cestini con i diversi comparti per la raccolta differenziata sono sicuro che saranno dei piccoli gesti che i casalucesi sapranno apprezzare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico