Aversa

Via Seggio, identificato aggressore dell’ucraino preso a martellate

 Aversa. Sarebbe stato individuato l’aggressore del giovane ucraino preso a martellate nella serata di sabato in via Seggio.

A renderne possibile l’identificazione, sembra, le telecamere di sorveglianza presenti nell’arteria che avrebbero ripresa la scena di violenza che ha costretto il giovane a fare ricorso alle cure dei sanitari dell’ospedale Moscati che ne avrebbero chiuso le ferite con trenta punti di sutura. La notizia, che non è ufficiale, è circolata negli esercizi commerciali della stradina, in uno dei quali lavorava la vittima dell’aggressione, con dovizia di particolari reali o fantasiosi.

La registrazione mostrerebbe il volto dell’aggressore e l’intera sequenza che sarebbe da film dell’orrore, se la voce di popolo rispondesse al vero. Perché, stando a quanto raccontano nella zona, il video mostrerebbe che l’aggressore dopo averlo colpito avrebbe trascinato l’ucraino in un vicoletto che sbuca nell’arteria continuando a colpire fino a rottura del martelletto usato come arma impropria.

Fin qui il racconto ascoltato negli esercizi commerciali di via Seggio che speriamo sia solo frutto di fantasia, di ricamo sulla assurda violenza di cui è stato vittima. “Propendiamo per la favola metropolitana – commenta un esercente – però, aspettando che le indagini stabiliscano se si tratti di realtà o fantasia, da questa vicenda appare chiaro il dato che in via Seggio c’è un sistema di video sorveglianza. Privato, realizzato dagli esercenti ma c’è e funziona. Però, c’è la necessità di potenziarlo con un sistema pubblico di video controllo collegato in maniera diretta e continua con le forze di polizia cosicché possano intervenire in tempo reale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico