Lusciano

Lite finita in sparatoria, si costituisce Mastrillo

 Lusciano. Si è costituito mercoledì mattina, al locale commissariato di polizia, il 19enne che lunedì pomeriggio ha ferito ad una gamba Luigi Cerullo, 25 anni, di Lusciano, con un colpo partito da una Beretta calibro 7,65, per una ragazza contesa.

Si tratta, come accertato già nell’immediatezza dell’episodio dagli agenti del locale commissariato, che, coordinati dal dirigente Paolo Iodice, indagano sull’accaduto, di Domenico Mastrillo, aversano, figlio del più noto Antonio, attualmente in carcere con l’accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso.

I legali del 19enne hanno avvertito i poliziotti della volontà del loro assistito di volersi costituire per evitaregli arresti domiciliari. Infatti, il giovane è stato soltanto denunciato in stato di libertà, in attesa di quanto disporrà la magistratura competente. Rimane il mistero della pistola utilizzata che il giovane ha raccontato di aver buttato subito dopo il ferimento.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico