Home

David di Donatello, vincono “La Grande Bellezza” e “Il Capitale Umano”

 La 58esima edizione del David di Donatello, il più prestigioso premio cinematografico nazionale, ha visto un quasi pareggio tra le due pellicole maggiormente pronosticate per la vittoria finale: “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino e “Il capitale umano” di Paolo Virzì.

Se, infatti, il primo, già Oscar per il miglior lungometraggio straniero, ha guadagnato un maggior numero di trofei (nove), il secondo ne ha agguantati sette, tra i quali quello più importante di film dell’anno. Comunque si sono, equamente, divisi il bottino lasciando agli altri titoli solo le briciole.

Tra questi ultimi ricordiamo il sorprendente esordio dietro la macchina da presa di Pif , che con “La mafia uccide solo d’estate” ha portato a casa il David giovani e quello per l’opera prima, e l’esilarante “Song ‘e Napule” dei Manetti Bros, giustamente insignito dei premi per gli autori delle musiche Pivio e Aldo De Scalzi e per il brano “’A verità” di Franco Ricciardi, quest’ultimo che ha dedicato la vittoria aCiro Esposito, il tifoso del Napoli ferito durante i fatti della finalissima di Coppa Italia a Roma.

“La grande bellezza” ha vinto per la scenografia, i costumi, il trucco, l’acconciatura, la fotografia, gli effetti digitali, il produttore, e, soprattutto, il regista e il suo attore feticcio Toni Servillo, che, ancora una volta, ha sbaragliato la concorrenza nella categoria di miglior interprete protagonista.

“Il capitale umano” ha, invece, trionfato per la sceneggiatura, il montaggio, il fonico in presa diretta, l’attore e l’attrice non protagonisti, rispettivamente Fabrizio Gifuni e Valeria Golino, l’attrice protagonista, Valeria Bruni Tedeschi, e, come già detto, il film. Un testa a testa tra i due Paolo della Settima Arte italica, che fa ben sperare per la prossima edizione degli Oscar, in cui Sorrentino potrebbe passare il testimone all’omonimo Virzì.

La cerimonia di premiazione ha avuto attimi di vera commozione nel momento della commemorazione del cineasta Carlo Mazzacurati, recentemente scomparso, e della consegna di un David speciale alla “divina” Sophia Loren, ancora desiderosa di mettersi alla prova grazie alla performance recitativa di alto livello offerta nel corto “La voce umana” diretta dal figlio Edoardo Ponti.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Napoli, "Il passato nel presente": giornata di studio al Maschio Angioino - https://t.co/m8wqE2cyS6

Trentola Ducenta, Luigi Lorvenni in campo per Sagliocco Sindaco - https://t.co/xXdmunkbnU

Governo, Mattarella convoca Fico per incarico esplorativo - https://t.co/Mqb1xNAidC

Regionali Molise, vince Toma del centrodestra. Fi supera Lega: Berlusconi esulta - https://t.co/Ku8samSxvX

Condividi con un amico