Torre del Greco

Ballottaggi, 14 Comuni tornano al voto in Campania

 L’Election day del 25 maggio non ha portato verdetti definitivi in tutti i paesi in cui si sono tenute le votazioni. Sono ancora 14 i comuni campani dove non è stato delineato un profilo politico-amministrativo preciso.

Si tratta di Casal di Principe e Castel Volturno, per quanto riguarda il casertano; Ariano Irpino e Montoro per l’avellinese; Marigliano, Nola, Somma Vesuviana, Torre del Greco, Sant’Anastasia e Pompei per il napoletano; Baronissi, Pagani, Sarno, Nocera Superiore per il salernitano.

Le votazioni saranno effettuate dalle ore 7 alle ore 23 di domenica 8 giugno e gli elettori avranno l’opportunità di scegliere tra i due candidati in ballottaggio con i rispettivi simboli politici di referenza. Andiamo a vedere nello specifico le situazioni di ogni singolo comune:

Ariano Irpino: scontro tra Domenico Gambacorta (35,47%), alle cui spalle ci sono Forza Italia e le civiche Per Ariano, Insieme per Ariano, Ariano di Tutti, e Michelino Caso, al cui sostegno ci sono Caso Sindaco, Nuovo Centrodestra e le civiche L’orologio e Autonomia Sud.

Baronissi: da un lato Giovanni Moscatiello, che ha ottenuto il 40,61% dei consensi e che è sostenuto da anche di Fi, Fdi e le civiche Moscatiello Sindaco e Impegno civico; dall’altro Gianfranco Valiante con Civicouno e Nuova Primavera.

Casal di Principe: Renato Natale (32,98%) sfida Enrico Maria Natale (21,24%).

Castel Volturno: Cesare Diana (48,17%) si oppone a Dimitri Russo (36,83%).

Marigliano: Michele Papa (48,53%, al cui fianco ci sonoForza Italia, Papa Sindaco, Ncd-Udc, La città che vogliamo) tenterà di battere Sebastiano Sorrentino (42,17%, con Partito Democratico e le civiche Il Campanile, Impegno Civico, Marigliano Domani, Uniti per Marigliano).

Montoro: Mario Bianchino (37,65%) contro Salvatore Antonio Carratù (25,31%). Per il primo c’è l’appoggio di Montoro Democratica, Insieme per Montoro e Montoro Bene Comune; per il secondo Adesso Montoro, Montoro Unita e Laboratorio Montoro.

Nocera Superiore: Giovanni Maria Cuofano (35,71%, con le civiche Ora!, Comunità Italia, L’Altra Nocera, La Nostra Terra e Città Libera) e Bartolomeo Pagano (20,11%, schierato con Pd, Sel e Scelta Civica).

Nola: Geremia Biancardi (43,83% dei consensi, con Forza Italia, Biancardi Sindaco, Uniti per il Territorio e Socialisti Riformisti Liberali) e Domenico Vitale (22,39%, “apparentato” con Pd, non più con Fdi ed An).

Pagani: Salvatore Bottone, 30,86%, con Forza Italia e le civiche Noi con Voi, Apertamente e Grande Pagani e, contro Massimo D’Onofrio (28,04%), schierato con Forza Pagani e Fare per Pagani.

Pompei: Ferdinando Uilano (35,63%, con Progetto Democratico, Città Futura, Città Nuova, Pompei III Millennio, Pompei Ora, i Pompeiani, Dimensione Civica, Tutti Noi Pompei, Nuovo Respiro Italiano) opposto a Francesco Gallo (33,18%, con Impegno Democratico, Valori e Diritti, Democratici Riformisti, Leali per Pompei, Forza Pompei, Amici Insieme per Pompei, Democrazia Popolare).

Sant’Anastasia: in corsa Raffaele Lello Abete (42,21%) e Antonio De Simone (23.98%).

Sarno: Giuseppe Canfora (28,08%, al cui sostegno ci sono Pd, della civica Impegno e Passione e Sinistra con Canfora sindaco) e Antonio Crescenzo (22,67%, con Udc, Forza Italia e Forza Libera).

Somma Vesuviana: i contendenti sono Pasquale Piccolo (47,43%) e Antonio Granato (27,89%).

Torre del Greco: Ciro Borriello (49,64%) si scontra con Loredana Raia (31,47% al primo turno).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico