Trentola Ducenta

Griffo: “Opportunità di lavoro per giovani disoccupati”

Michele GriffoTrentola Ducenta. “Cento cittadini di Trentola Ducenta, appartenenti alle categorie dei laureandi, dei disoccupati e dei giovani disoccupati, quest’ultimi compresi nella fascia d’età che va dai diciotto ai ventinove anni, avranno la possibilità di lavorare attraverso le misure del lavoro occasionale.

Il dieci per cento del numero complessivo dei soggetti destinatari del progetto sarà riservato ai portatori di handicap. Un modo per cercare di affrontare, anche se in maniera non risolutiva, la problematica della disoccupazione che i dati nazionali indicano a livelli record soprattutto per quanto riguarda quella giovanile”.

Commenta così il sindaco di Trentola Ducenta, Michele Griffo, la decisione di attivare un progetto che ancora una volta va in controtendenza con la linea seguita dal Governo centrale. E così, dopo aver abbassato le tasse mentre in tutta Italia aumentano, l’amministrazione Griffo si accinge a creare posti di lavoro, sebbene temporaneo, mentre in tutta Italia cresce a dismisura la disoccupazione.

Il progetto prevede l’impiego dei cento destinatari del provvedimento, divisi in tre gruppi di circa trenta unità, in attività che puntino a migliorare la vivibilità della città e dei servizi offerti al cittadino. Così, tra le altre cose, potranno essere impegnati a supporto degli Uffici comunali ovvero per espletare servizi comunali o su aree e presso edifici di proprietà comunale. Inoltre, il sindaco Griffo ha assicurato che nel caso le richieste dovessero superare la disponibilità dei posti, la scelta delle persone da impegnare in questo progetto sarà affidata al sorteggio. Il progetto è stato possibile anche grazie alla rinuncia alle indennità di carica da parte degli amministratori comunali.

“Questa iniziativa – ha aggiunto il sindaco Griffo – è rivolta ai soggetti deboli della nostra comunità, studenti universitari e disoccupati giovani ma anche padri di famiglia senza lavoro, ed ha la finalità di ampliare le opportunità lavorative per queste fasce sociali più esposte alle difficoltà economiche amplificate dalla crisi. Un’iniziativa condivisa anche dai gruppi di minoranza consiliare, che fanno riferimento ad Apicella e Picone, che hanno fornito un contributo fattivo e costruttivo”.

Anche il presidente del Consiglio comunale, Alfonso Eramo, ed il capogruppo della maggioranza consiliare, Antonio Nebiante, esprimono massima soddisfazione per un’iniziativa che ritengono essere “un valido strumento per poter dare, alle categorie su indicate, la possibilità di guadagnare alcune centinaia di euro che, in un periodo di forte crisi come quello attuale, possono essere utili far fronte a bisogni primari”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico