Sant’Arpino

PulciNellaMente, premio speciale a Pietro Grasso

 Sant’Arpino. Una giornata storica, quella di venerdì 9 maggio, per la rassegna nazionale di teatro-scuola “PulciNellaMente”, giunta quest’anno alla sua sedicesima edizione.

Al teatro Lendi di Sant’Arpino, il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto il “Premio Speciale PulciNellaMente”, all’interno di una cerimonia suggestiva e dall’alto valore civile, cha ha visto come protagonisti molti studenti campani, impegnati ad approfondire i temi della legalità. L’evento si è aperto con il saluto del senatore, Lucio Romano, e l’introduzione del direttore della rassegna, Elpidio Iorio, il quale ha evidenziato la funzione pubblica e dialogica del palcoscenico teatrale.

A seguire la Compagnia Teatrale Indipendente “Sicilia Teatro” ha messo in scena il monologo “Per non morire di mafia”, tratto da un libro dello stesso Grasso, e interpretato dall’attore Sebastiano Lo Monaco, in cui veniva raccontata la vita professionale e pubblica dell’ex procuratore nazionale antimafia. Poi è arrivato il momento del dialogo tra il presidente Grasso e i ragazzi presenti in sala, coordinati da due grandi firme del giornalismo italiano, Antonello Velardi e Antonio Lubrano.

La seconda carica dello Stato ha risposto a diverse e interessanti domande degli allievi spronandoli a perseguire, nella loro vita, sempre la verità, la giustizia, e la legalità. “La speranza in una società più giusta, – ha affermato l’ex magistrato – deve essere portata avanti dai cittadini. Sulla speranza si deve costruire la vita dei singoli, e solo con l’avvicinamento dei giovani alla politica, e l’impegno personale, è possibile conseguire questa utopia”. Infine la cerimonia di premiazione, alla quale oltre a Iorio hanno presenziato anche gli altri due ideatori di PulciNellaMente, Antonio Iavazzo e Carmela Barbato.

VIDEO

Al presidente Grasso sono stati consegnati: la riproduzione della statuina del Maccus, conservata presso il museo di Louvre, realizzata dall’artista Roberto Di Carlo, la maschera del Pulcinella realizzata dal noto scultore napoletano Lello Esposito e una prestigiosa penna realizzata appositamente per l’evento dai fratelli Antonio e Mario Esposito della Marlen.

Tanti gli esponenti delle istituzioni, della magistratura, e dell’associazionismo presente in platea, come i procuratori capo dei tribunali di Napoli e Santa Maria Capua Vetere, Giovanni Colangelo e Corrado Lembo, il magistrato Nicola Graziano, il questore di Caserta, Giuseppe Gualtieri, e il vice prefetto vicario, Michele Campanaro, la direttrice e il comandante dell’Opg di Aversa, Elisabetta Palmieri e Luigi Mosca.

Presenti in sala anche don Tonino Palmese e Geppino Fiorenza, referenti regionali di Libera, Valerio Taglione, del comitato don Peppe Diana, Massimo Noviello e Gennaro Del Prete figli rispettivamente di Domenico Noviello e Federico Del Prete, entrambi vittime innocenti della camorra, e oltre trenta sindaci della provincia di Caserta e di Napoli, a significare l’importanza che “PulciNellaMente” ha per la vita culturale del territorio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico