San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Ncd, il sottosegretario Alfano incontra De Lucia e la cittadinanza

 San Felice a Cancello. “L’eccessiva meraviglia è una mezza offesa e se mi meraviglio troppo vuol dire che avevo un pregiudizio”.

Con queste parole il sottosegretario di Stato alla Difesa e coordinatore regionale del Nuovo Centrodestra, Gioacchino Alfano, omaggia tutti i cittadini di San Felice a Cancello. La visita dell’importante carica istituzionale è da attribuire al leader territoriale dell’Ncd e sindaco di San Felice, Pasquale De Lucia. Incontro tenutosi sabato mattina in aula consiliare del Municipio di San Felice a Cancello dove ad accoglierlo c’erano il sindaco, i suoi più stretti collaboratori, le forze dell’ordine nella loro totalità e tanti cittadini che se pur non avvisati dell’ evento sono accorsi in massa per rendere omaggio e ascoltare le parole delle Istituzioni, rivelatesi poi di enorme stima verso l’intero territorio, sorvegliato speciale in quel di Roma purtroppo anche per le vicende negative della terra dei fuochi.

“L’amico Gioacchino Alfano – ha detto De Lucia – è sempre pronto a recepire le legittime esigenze della comunità e delle istituzioni con umiltà e dedizione. Questa non è una riunione politica ma una riunione istituzionale, gli invitati sono parte attiva del governo di questa città ma ci tengo a precisare che l’esperienza del Nuovo Centro Destra mi sta dando forti motivazioni perché abbiamo una leadership nazionale che è attenta sia alle problematiche del territorio, che ai rapporti umani, per questo motivo la nostra amministrazione è monocolore e per il suddetto motivo che siamo riusciti a creare ben 36 circoli cittadini targati Ncd solo in Valle di Suessola”.

“Classe dirigente la nostra rinnovata non solo nell’età ma anche nelle idee. – ha aggiunto il sindaco – L’intero territorio viene sbugiardato troppe volte e fatto apparire all’esterno solo come terra delle emergenze, ma sono certo che con un nuovo modus operandi capace di valorizzare tutte le nostre eccellenze culturali professionali possiamo ritornare in alto nel posto che ci spetta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico