Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Mascolo: “Una piazza intitolata al professor Mario Stefanelli”

 Mondragone. In merito al Consiglio comunale “fiume” dello scorso 29 aprile, il consigliere comunale Luigi Mascolo ritorna sulla mozione presentata, unitamente ai colleghi dell’opposizione, relativa all’intitolazione di una piazza cittadina al compianto professor Mario Stefanelli.

“L’iniziativa – ci dice Mascolo – al di là del fatto che tocca la sensibilità dei familiari e della comunità tutta, più che rivestire un aspetto di natura politica, può essere definita al tempo stesso sociale e culturale. Ciò perché l’attivismo del professor Stefanelli non si è limitato al campo politico-amministrativo, ma ha coperto soprattutto la sfera sociale, culturale e formativa delle nostra città. Proporre tale mozione in consiglio Comunale, quindi, è motivo di orgoglio per noi dell’opposizione, come promotori e depositari della stessa, ma allo stesso modo va riconosciuto merito alla maggioranza e al Sindaco che l’hanno accettata. Tra l’altro, quest’ultimo, a più riprese, ha mostrato di stimare molto il profilo intellettuale e politico del professor Mario Stefanelli, la cui levatura culturale, per anni è stata motivo di vanto dell’intera comunità cittadina, la quale tanto ha ricevuto dall’illustre defunto”.

“La sera del 29 aprile scorso – continua Mascolo – non c’è stato, quindi, impedimento alcuno da parte del presidente del Consiglio, Marquez, del sindaco Schiappa e della maggioranza tutta, a bissare il cordoglio, la vicinanza, e le mille parole spese di affetto, stima e partecipazione nei confronti di Stefanelli, della famiglia e del figlio Mario Simone. Parole che certamente si concretizzeranno, con un’unanime deliberazione di consiglio che aiuterà a rendere indelebile la figura del professore Stefanelli nella memoria dei Mondragonesi e in quella dei posteri che non avranno la fortuna e possibilità di conoscerlo”.

“Meritevole, quindi, – conclude Mascolo – è stato all’atteggiamento del presidente Marquez, persona di sensibilità, che in un clima di Consiglio comunale, a dir poco ‘infuocato’, ha evitato di confondere l’iniziativa socio-culturale con una mera azione politica, e come da regolamento ha rinviato l’approvazione della stessa alla prossima seduta consiliare, che auspico verrà approvata all’unanimità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico