Italia

Berlusconi: “Se vince Grillo rischio disordini, Governo Renzi ha vita breve”

 Roma. Se vincesse Grillo “non posso immaginare cosa succederà, si tratta di una presenza inquietante, potranno succedere dei disordini inquietanti”.

Lo dice Silvio Berlusconi, che si divide tra l’Alfonso Signorini Show su Radio Monte Carlo e La Telefonata di Belpietro a poche ore dalla chiusura della campagna elettorale per le elezioni europee di domenica prossima. “Grillo non fa più ridere, fa e deve fare paura”. “I regimi autoritari”, conclude, sono nati “nelle stesse condizioni economiche” dell’Italia di oggi.

“Il voto a Grillo è assolutamente pericoloso”, insiste l’ex Cavaliere, sottolineando che il leader del M5S dice “le stesse cose che diceva Hitler nel 1933”, sottolineando come l’obiettivo di Grillo sia quello di voler “distruggere la democrazia”. Grillo ha già detto che “farà la marcia su Roma, ha chiesto la testa del presidente della Repubblica, e promesso la cacciata dei parlamentari, vuole processare imprenditori, politici e giornalisti. Ha annunciato che vuole distruggere tutto, con un sistema governato da delegati del web”. Può sembrare una macchietta di dittatore, ma non è così, fa paura”, conclude Berlusconi.

Secondo il leader di Fi, c’è una spiegazione al voto per Grillo e i suoi: “Con questi governi ci sono un 1,2 milioni di disoccupati in più. Queste persone vogliono avere una vendetta contro questi governi e votano il M5S”.

Ma proprio per questo bisogna, secondo l’ex Cavaliere, invitare anche gli indecisi ad andare a votare ed esprimere una preferenza per un partito forte: “Andando avanti così la situazione in Italia e in Europa peggiorerà sempre più. Agli italiani delusi e amareggiati, che sono quasi il 50%, dico che devono assolutamente prendere atto che invece di stare alla finestra da spettatori devono diventare giocatori in campo con il loro voto”.

È “importante che in Europa ci vada qualcuno che ha la possibilità di difendere i nostri interessi davvero, dare un voto ai piccoli partiti significa gettarlo dalla finestra”, dice Berlusconi. Ovvio che per lui il voto utile è quello per Forza Italia: il Pd fa parte del Pse, ricorda, che è “minoranza” mentre la presenza di Forza Italia, con i suoi europarlamentari, è “decisiva” per la maggioranza del Ppe a Strasburgo.

Una stoccata va anche a Renzi: “Non credo che questa legislatura e questo governo potranno arrivare al 2018. Tra un anno, un anno e mezzo al massimo potremmo andare a votare…”.

Poi, il mantra di questi giorni per chiedere il voto: “Agli italiani io chiedo: affidereste i vostri risparmi a Renzi che aumenta sempre le tasse, a Grillo che prima faceva ridere e ora fa solo paura? Oppure le affidereste a Berlusconi, che è un imprenditore che ha fondato la prima tv commerciale in Europa e ha fatto diventare il Milan una grande squadra e ha governato il Paese?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico