Gricignano

Banco di Napoli, lettera di Moretti per scongiurare chiusura della filiale

 Gricignano. Le voci sull’imminente chiusura della filiale del Banco di Napoli di via Nazario Sauro, nell’ambito, sembra, di una “spending review” dell’istituto di credito nell’agro aversano, ha indotto il sindaco di Gricignano, Andrea Moretti, a scrivere al direttore della filiale …

… per chiedere delucidazioni e rivolgere un appello per scongiurare tale ipotesi che, sottolinea il primo cittadino nella sua missiva, “creerà sicuramente non pochi disagi per la popolazione e, soprattutto, per gli imprenditori e i professionisti locali” anche in considerazione del fatto che è l’unico istituto bancario del territorio.

La filiale aprì oltre vent’anni fa, all’epoca della prima amministrazione retta dallo stesso Moretti. “Da allora – scrive il sindaco – i miei concittadini hanno potuto avere a portata di mano servizi importanti ed essenziali per una comunità dinamica, tesa alla modernizzazione, e in continua crescita”.

“Capisco il mutare dei tempi, dei costumi, delle politiche aziendali – continua il sindaco – e, soprattutto, della tecnologia che velocizza, semplifica tutto e sicuramente incide tanto nelle scelte aziendali, indirizzate anch’esse sempre più alla semplificazione e all’economa di bilancio. Mi riesce, tuttavia, difficile capire il privilegiare la tenuta di alcuni sportelli a dispetto di altri che pure hanno una popolazione maggiore e una posizione più strategica dal punto di vista sociale, economico, territoriale e di prospettive di sviluppo”.

E qui Moretti cita la presenza della cittadella Us Navy, della zona industriale e dell’importante snodo ferroviario, unite all’incremento della popolazione, in particolare dei giovani poiché Gricignano è il secondo comune della Campania per età media più bassa.

“Echeggia ancora nelle mie orecchie la tanto decantata attenzione del Banco di Napoli al cliente, dovunque egli sia. Ritengo, pertanto, la chiusura della filiale come una pubblicità negativa e una palese contraddizione a tale slogan”, critica Moretti che invita il direttore a farsi portavoce di quello che lui definisce “il grido di dolore” elevatosi tra la popolazione (“Le confesso che in questo momento così viene percepito”, scrive) e a rappresentare ai vertici dell’azienda la possibilità che la chiusura della filiale sia scongiurata, dando ancora ai gricignanesi la possibilità di usufruire dei servizi della banca “sotto casa”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico