Cesa

La Prefettura richiama il sindaco: “Far allestire il gazebo elettorale”

 Cesa. Il gruppo consiliare di minoranza “Progetto Democratico per Cesa” ed i partiti Pd e Psi rendono noto che la Prefettura di Caserta ha “ordinato” al sindaco del Comune di Cesa, Cesario Liguori, di autorizzare l’allestimento di un gazebo per la propaganda elettorale in piazza De Michele.

La decisione è stata resa nota dal responsabile dell’Ufficio elettorale della Prefettura di Caserta, Luigi Palmieri, che ha informato i consiglieri comunali della decisione.

La Prefettura, dunque, “richiama” il Comune di Cesa che aveva negato la possibilità di installare un gazebo elettorale nelle giornate di sabato e domenica. Le forze di opposizione, aderendo all’invito rivolto dal segretario nazionale del Pd, Matteo Renzi, ad una mobilitazione straordinaria, avevano chiesto di poter allestire un gazebo. Richiesta, però, respinta per una concomitante manifestazione “sportiva e culturale con grande affluenza di bambini ed adulti”.

L’intervento della Prefettura di Caserta,a cui si è rivoltal’opposizione,è stato immediato. Gli uffici territoriali di governo, infatti, nel corso della mattinata di sabato hanno comunicato al sindaco che non era possibile negare l’installazione del gazebo, soprattutto in un periodo di campagna elettorale. Le forze di opposizione avevano lamentato che il diniego rappresentava una “grave lesione di diritti costituzionalmente garantiti”.

Da parte della Prefettura è stato rivolto l’invito, in ogni caso, a rispettare il protocollo di intesa, stipulato tra le forze politiche e trasmesso ai sindaci. Il gazebo sarà allestito già a partire da sabato pomeriggio e per tutta la giornata di domenica.

“Con questa decisione della Prefettura di Caserta – commentano i consiglieri del gruppo “Progetto Democratico per Cesa” Domenico Mangiacapra, Enzo Guida, Antimo Dell’Omo, assieme ai segretari dei circoli del Psi, Antonio Esposito, e del Pd, Antonietta De Michele – a Cesa è stata ripristinata la democrazia e la legalità, nonché la possibilità di esprimere liberamente le opinioni politiche”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico