Cesa

Europee, Borzacchiello: “L’astensione è un segnale preoccupante”

 Cesa. Antonio Borzacchiello, dirigente di Forza Italia Giovani, analizza il voto delle elezioni europee a Cesa.

“Non vi è alcun dubbio che queste tornate elettorali siano soprattutto figlie di un risultato di politica nazionale dove anche e soprattutto noi di Forza Italia abbiamo pagato lo scotto dell’astensione, delle limitazioni in campagna elettorale del nostro presidente Silvio Berlusconi e delle scissioni del nostro partito che hanno prodotto una fuori uscita di consenso ad altri partiti del centrodestra, togliendo voti a Forza Italia e che in sostanza, sommando nel complesso queste percentuali, raggiungiamo i risultati delle Europee del 2009.Ammettendo, altresì, la vittoria di Renzi a livello nazionale.

E’ difficile, comunque, ritornando alla questione di Cesa, prendersi sia i meriti di una vittoria, sia le ‘batoste’ di una perdita di consenso sul territorio. Nonostante ciò, a differenza di altri partiti che affermano di aver trionfato alle Elezioni, e sono soddisfatti del risultato raggiunto nel nostro comune, il sottoscritto con umiltà, analizzando i dati da persona obiettiva e non da ‘tifoso’ di un partito, fa ‘autocritica’ verso il proprio partito che ha perso consensi a Cesa, come lo si evince confrontando i dati delle passate tornate elettorali fino alle Europee di oggi.

Bisogna tener conto, inoltre, della forte astensione anche a Cesa, dove sono andati ad esprimere la propria preferenza solo 2800 persone, su un bacino elettorale di circa 6 mila elettori e questo dato ha danneggiato anche proprio Forza Italia che nonostante ciò ha retto ed è il secondo partito del paese, altro dato che deve far riflettere è il voto di protesta legato al Movimento 5 Stelle che si attesta come terzo partito del paese e che in base alle passate politiche ha aumentato il proprio consenso del 3% in considerazione delle percentuali dei votanti.

Una situazione che dovrebbe preoccupare tutte le forze politiche presenti sul territorio quella dell’astensione che ha colpito tutte le forze politiche. Cosa importante è che sommando inoltre i voti di Forza Italia e Fratelli D’Italia, il centro destra a Cesa si consolida prima coalizione del paese con 975 preferenze contro la lista unica del centro-sinistra con la collaborazione dei partiti politici che la compongonoossia Pd e Psi che hanno portato a casa 927 preferenze.

Certo, il mio partito ha pagato anche in parte, l’assenza di una sezione attiva sul territorio Cesano, proprio su questo punto, vi è la necessità di formare una nuova Forza Italia nel nostro Comune, dove il nostro partito alle passate competizioni elettorali è risultato sempre il primo partito in paese. Da settimane, con amici, professionisti e giovani ci stiamo confrontando sulla possibilità concreta di dar vita a Forza Italia aperta a tutti i simpatizzanti del comune di Cesa”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico