Napoli Prov.

Pagano: “Non esistono rioni, esiste la città di Casaluce”

 Casaluce. Ne ha fatto uno slogan elettorale ma lunedì in piazza Chiesa, nel rione Casalnuovo, il sindaco Nazzaro Pagano ha chiuso il suo comizio pubblico lasciandolo dire alle centinaia di persone scese in strada: “Francè nun è p te”.

Con queste parole è terminato il quarto incontro con i cittadini dopo il primo in piazza Statuto, poi quello di via Principe Umberto e quindi il faccia a faccia di domenica. Tutti i candidati del “Movimento civico per Casaluce” hanno partecipato dal palco a quella che è stata una festa, un momento di confronto e di dialogo. Si è parlato di programmi e di idee per il futuro. Hanno esternato i propri pensieri i candidati consiglieri Vincenzo Colella, Armando Marino e Stefano Sembiante che hanno preceduto il capo dell’esecutivo Pagano.

Colella, residente proprio a Casalnuovo, ha ricordato ai cittadini che “in questo rione di blindato c’è ben poco. Amo questa terra e la sento mia. Per questo motivo credo che non si debbano fare polemiche, ma parlare di progetti. Se oggi dopo cinque anni non abbiamo più discariche, le strade sono state ripristinate e non ci sono cumuli di immondizia è merito di questa amministrazione comunale. Sono fiero delle mie origini e voglio contribuire a migliorare la nostra Casaluce. Il 25 maggio il voto dei casalucesi deve fare la differenza”.

La parola è passata quindi a Marino: “Con l’aiuto delle associazioni locali abbiamo organizzato spettacoli di ogni genere. Chi oggi dice che per la cultura non si è fatto nulla dovrebbe solamente vergognarsi. Dove erano quando c’erano queste manifestazioni a Casaluce? Su tutte penso al “Gran galà dei casalucesi” e all’evento “Io canto”. Abbiamo coinvolto come non mai anche decine di bambini diversamente abili. In questi cinque anni abbiamo provato a dare qualche momento di spensieratezza e allegria ai nostri concittadini. La gente sa bene quello che è stato fatto e per questo motivo sono certo che arriverà un’altra grande vittoria”.

Il consigliere Marino replica anche alle accuse rivolte dall’opposizione circa i 10mila euro spesi per la guardia medica: “Parlano senza nemmeno sapere, e questo è una delle cose che deve far riflettere gli elettori. Se avessero guardato le carte avrebbero capito che con quei soldi c’è stata la ristrutturazione interna ed esterna dei locali”.

E quindi sulla differenziata e la tassa sui rifiuti: “L’imposta è la stessa di cinque anni fa – ha concluso Marino – e chi dice il contrario mente sapendo di mentire. Nei prossimi cinque anni puntiamo anche all’ampliamento dell’isola ecologica”.

Uno dei punti di forza del programma elettorale del “Movimento” guidato da Nazzaro Pagano sono le Politiche sociali. L’attuale delegato Stefano Sembiante ha colto l’occasione per sottolineare “l’orgoglio di aver portato Casaluce ad essere capofila dell’Ambito C6. Siamo sempre stati trasparenti nelle azioni che abbiamo fatto. Abbiamo intenzione di continuare ad ascoltare i problemi della gente per capire veramente cosa manca alla comunità. Onestà, coerenza ed umiltà sono i fattori che hanno contraddistinto il mio percorso politico. Mi sarebbe piaciuto che i nostri avversari avessero parlato di programmi nelle piazze anziché puntare tutto sulle ingiurie: questo mi fa però capire la loro incompetenza politica”.

Si alzano gli applausi e sventolano le bandiere del “Movimento civico per Casaluce” quando prende la parola il primo cittadino Nazzaro Pagano: “A differenza di quanto stanno facendo i miei avversari, io dico che non esistono rioni, esiste solamente la città di Casaluce. Siamo tutti cittadini di un Comune che è ritornato a vivere dopo periodi bui. Mi dispiace dover ancora dire che c’è un accanimento contro la mia persona: nelle case i candidati della lista avversaria non chiedono il voto attraverso i programmi ma solo perché ‘si deve abbattere Rany Pagano’.Mi rivolgo in particolar modo ai giovani del gruppo avversario: parlate di progetti e non cercato lo scontro, perché con me avete già perso prima di iniziare. Questa piazza così piena dice tutto: la vittoria è in tasca. Di una cosa sono felice: almeno questa volta il mio sfidante sarà un leader, quello che non è mai stato. Sarà il leader dell’opposizione e deve essere già contento di questo”.

Riferendosi ai tre che sono usciti dalla maggioranza: “La gente sta aspettando ancora di sapere il perché”. Un messaggio ai candidati della lista avversaria: “Siete persone intelligenti, e per questo motivo dovreste capire il perché della scelta del vostro aspirante sindaco di puntare su assessori esterni. Vi sta dicendo che non capite nulla e vi sta offendendo. Altra motivazione non riesco a trovarla perché nemmeno con 32 consiglieri queste elezioni le avrebbe vinte”.

Passa quindi a parlare di programmi: “In via Chiesa creeremo uno spazio per i bambini. Abbiamo già trovato un accordo con l’Istituto per il Sostentamento del Clero e questo sarà uno dei nostri primi impegni. Stiamo recuperando via Monte e non ci saranno più sversamenti di rifiuti perché ci saranno nuove telecamere. Doneremo il bene confiscato alla cittadinanza. Le indennità da consiglieri le continueremo a donare per la mensa scolastica dei bambini che frequentano le scuole di Casaluce. Questo e tanto altro c’è nel nostro programma elettorale. La gente deve solamente confermare la fiducia in questa amministrazione. Il cambiamento è in atto”. Prossimo appuntamento mercoledì in zona Aprano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico