Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Renato Natale: “Segni di civiltà e cambiamento”

Renato NataleCasal di Principe. “Finalmente la battaglia dei manifesti, che si era scatenata subito dopo la presentazione al comune delle liste, subisce una tregua”.

A lanciare un sospiro di sollievo è Renato Natale, uno dei candidati alla carica di sindaco del Comune di Casal di Principe.“La gara a chi più imbratta la città, con manifesti e installazioni simili, lascia finalmente maggior spazio al dialogo con i cittadini e sembra accingersi a trasformarsi in una competizione basata sul rispetto delle regole. Penso che questo sia un piccolo segno di civiltà e di cambiamento generale, della comunità tutta”.

Il candidato sindaco delle liste “Ricostruiamo” e “Casale Rinasce” aveva presentato nei giorni scorsi delle segnalazioni alla commissione straordinaria e al Prefetto, in cui chiedeva se i manifesti elettorali affissi su spazi esterni a quelli definiti per norma rispettassero la legge. Ma allo stesso tempo, Natale, ha avanzato anche una proposta ben precisa a tutti gli altri candidati alla carica di sindaco: firmare un “Patto per una campagna elettorale etica e legale”, con l’impegno di farsi carico di verificare che la propaganda elettorale si svolgesse in base al rispetto delle leggi.

“La maggior parte dei candidati alla carica di Sindaco della città – racconta il candidato sindaco – ha accolto con favore la nostra proposta poiché ritenuta in linea con l’orientamento generale che si intendeva seguire o che si stava già seguendo. Ciascuno con i propri metodi e con i propri tempi, ispirato dalla propria coscienza o dai propri valori, ad oggi sembra aver provveduto a farsi carico di richiamare all’attenzione sulla questione i propri candidati e sostenitori”.

“La battaglia dei manifesti – dichiara il medico e volontario – è ormai diventata una prassi delle campagne elettorali, non solo a Casal di Principe. Ma possiamo dire che, grazie al senso di responsabilità dei candidati alla guida della città e all’intervento degli organi preposti alla vigilanza del corretto svolgimento della campagna elettorale, oggi Casal di Principe, a differenza di altri comuni, restituisce all’esterno un’immagine di positiva sé”.

“Il mio auspicio – conclude Renato Natale – è che questa tregua diventi una condizione definitiva, una presa di consapevolezza da parte di tutti noi rispetto alla necessità di abbandonare certi modi di fare campagna elettorale e di porsi nei confronti della legge. Se così sarà, potremo dare prova del fatto che la nostra comunità si presenta alla sfida elettorale, non solo con grande voglia di cambiare, ma con un processo di cambiamento già in atto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico