Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

“La Chiesa per la scuola”, De Rosa porta i cittadini dal Papa

 Casapesenna. Importante appuntamento per gli esponenti del movimento “Casapesenna in Positivo” che, insieme a un folto gruppo di cittadini, saranno a piazza San Pietro per un incontro con il Pontefice.

L’iniziativa, voluta fortemente da Marcello De Rosa, candidato sindaco della coalizione civica “Casapesenna in Positivo”, nasce dall’evento nazionale “La Chiesa per la scuola”. In questa giornata, infatti, il Papa incontrerà tutti gli esponenti cattolici della scuola italiana per un momento di riflessione sulla scuola. Saranno circa duecentomila i bambini presenti in piazza.

“Sono molto felice di poter condividere con i miei concittadini questa esperienza davvero unica. – dichiara Marcello De Rosa – L’opportunità di essere a piazza San Pietro ci arricchirà dal punto di vista sia spirituale che umano, perché Papa Francesco prima di essere un grande pontefice è sicuramente un grande uomo”.

“‘La Chiesa per la scuola’ è un evento importantissimo – prosegue – e noi cittadini di Casapesenna abbiamo e dovremo sempre avere con la scuola un rapporto stretto sia in veste di genitori di alunni, che in quella di insegnanti, quindi non potevamo mancare. Sappiamo tutti che oggi più che mai la scuola rappresenta l’unico investimento sicuro, perché, quando si investe sulla crescita culturale il profitto è altissimo. Non a caso nel nostro programma abbiamo dedicato uno spazio molto ampio alle tematiche legate all’istruzione. Troppo spesso, infatti, la scuola viene considerata come il ‘fanalino di coda’ rispetto ad altre priorità. Personalmente ritengo che tutte le tematiche, a partire dall’ambiente fino alla legalità, si potranno concretizzare solo partendo dalla scuola che è l’unico luogo che forma il futuro cittadino”.

“La cittadinanza attiva – conclude De Rosa – parte dai banchi di scuola non si acquisisce in età adulta. E’ quindi importante che vi sia una stretta sinergia tra la scuola, la famiglia, e gli Enti locali, tutti partner, ognuno con le proprie specificità, di un unico grande progetto: il successo formativo dei nostri figli, nipoti, e di tutti i bambini del nostro territorio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico